--> Trento, Bando Nuova Impresa 2022: incentivi per l'avvio di nuove attività imprenditoriali -->

Trento, Bando Nuova Impresa 2022: incentivi per l’avvio di nuove attività imprenditoriali

Home - Trentino - Trento, Bando Nuova Impresa 2022: incentivi per l’avvio di nuove attività imprenditoriali
Modena Bando nuove imprese 2021 tasso zero 2022 start up nito

Trento, Bando Nuova Impresa 2022: incentivi per l’avvio di nuove attività imprenditoriali

Con il bando “Nuova Impresa 2022“, la Provincia Autonoma di Trento offre contributi a favore della costituzione di nuove imprese, ovvero i costi iniziali di iniziative neo-imprenditoriali, favorendo in particolar modo giovani, donne, disoccupati (da oltre 6 mesi). Per la misura sono stati stanziati 1.400.000 euro.

L’obiettivo è sia di sostenere la nascita di nuove imprese finanziandone i costi di avviamento, che favorire gli acquisti di beni e servizi avvenuti sul territorio provinciale.

Beneficiari del Bando Nuova Impresa della Provincia Autonoma di Trento

I beneficiari della misura sono piccole imprese di nuova costituzione (costituite da non più di 12 mesi precedenti la presentazione della domanda) che a partire dalla data di presentazione della domanda:

  • operano con Codice Ateco primario di cui all’Allegato A o codice Ateco primario 59.14.00 (Attività di proiezione cinematografica);
  • sono iscritte al Registro Imprese;
  • risultano imprese autonome;
  • presentano unità operativa in Trentino.

Il neo-imprenditore deve avere almeno una delle seguenti caratteristiche:

  • essere una donna;
  • essere un giovane di età compresa tra 18 e 35 anni alla data di costituzione dell’impresa;
  • essere disoccupato, iscritto ad un Centro per l’impiego sul territorio nazionale, da almeno 6 mesi alla data di presentazione della domanda (questa categoria è esclusa se si tratta di costituzione di società o di cooperative).

Per le società e cooperative, l’impresa è definita giovanile o femminile se la proprietà dei neoimprenditori femminili e/o giovanili è almeno pari al 51% e rappresentano la maggioranza degli organi di amministrazione.

Sono escluse le nuove imprese di cui risultino titolari o soci, con partecipazione complessiva superiore al 20%, soggetti che risultavano nei 5 anni precedenti la costituzione della nuova impresa già titolari o soci, con una partecipazione superiore al 20%, di altra impresa attiva.

Tipologie di spese ammesse alla misura

Le spese ammesse al Bando Nuova Impresa sono quelle relative all’avvio della nuova impresa, ovvero l’unità operativa sita nella provincia di Trento che riguardano:

  • onorari notarili e costi relativi alla costituzione d’impresa (al netto di tasse, imposte, diritti e bolli anticipate dal notaio/consulente), per un importo massimo di 5.000 €;
  • onorari per prestazioni e consulenze relative all’avvio d’impresa, nella misura massima del 30% della spesa totale ammessa, nei seguenti ambiti: marketing e comunicazione; organizzazione, sistemi informativi e gestione di impresa; formazione nelle precedenti aree (ad esclusione del percorso formativo obbligatorio);
  • acquisto di beni strumentali/macchinari/attrezzature/arredi nuovi, anche finalizzati alla sicurezza, incluse le spese per il montaggio/trasporto. Le spese devono riguardare esclusivamente beni durevoli, non di consumo e strettamente funzionali all’attività svolta;
  • acquisto di software gestionale, professionale e altre applicazioni aziendali, licenze d’uso e servizi software di tipo cloud e saas e simili, brevetti e licenze d’uso sulla proprietà intellettuale, nella misura massima del 50% della spesa totale ammessa;
  • acquisto di hardware (sono escluse le spese per smartphone e cellulari);
  • registrazione e sviluppo di marchi e brevetti e per le certificazioni di qualità e relative spese per consulenze specialistiche;
  • sviluppo di un piano di comunicazione (progettazione del logo aziendale, progettazione e realizzazione sito internet, registrazione del dominio, progettazione piano di lancio dell’attività) e strumenti di comunicazione e promozione (es. messaggi pubblicitari su radio, TV, cartellonistica, social network, banner su siti di terzi, Google Ads, spese per materiali pubblicitari, etc);
  • spese generali riconosciute nella misura forfettaria del 7% delle spese di cui ai precedenti punti (da a a g);
  • onorari relativi all’attestazione del professionista iscritto all’Albo professionale dei dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili, dei Revisori Legali, all’ordine dei Consulenti del Lavoro, o di un C.A.T. – H.U.B. – società di Servizi controllate da un’Associazione di Categoria, per un importo massimo di 1.000 euro.

Le spese devono essere sostenute e quietanzate successivamente alla data di costituzione della società. L’importo di spesa minima deve essere pari ad almeno 20.000 €, mentre l’importo massimo pari a 100.000 €.

Agevolazione prevista dal Bando della Provincia Autonoma di Trento

Il bando offre un contributo a fondo perduto a parziale copertura delle spese sostenute, in base al punteggio di valutazione:

  • pari al 40% per punteggio da 8,00 fino a 16,99 punti. L’importo di contributo massimo è di 40.000 €.
  • pari al 50% per punteggio da 17,00 a 25 punti. Il contributo massimo concedibile è pari a 50.000 €.

Quando presentare domanda per il Bando Nuova Impresa

Lo sportello del Bando Nuova Impresa della Provincia Autonoma di Trento aprirà dalle ore 15.00 del 28 aprile, fino alle ore 15:00 del 28 luglio 2022, salvo chiusura anticipata per esaurimento fondi.

I progetti saranno selezionati in base ad una procedura valutativa con graduatoria finale. Ciascuna impresa potrà presentare una sola domanda di contributo.

 

 

Per essere sempre aggiornato sugli incentivi per le imprese, iscriviti alla nostra newsletter oppure unisciti al nostro canale Telegram!

 

Bando a sostegno di investimenti innovativi e sostenibili

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli Recenti

Categorie

Contattaci per maggiori informazioni

Gruppo Del Barba Consulting