Regione Abruzzo: Avviso pubblico “Liquidità”

Home - Abruzzo - Regione Abruzzo: Avviso pubblico “Liquidità”
Abruzzo Avviso pubblico Liquidità

Regione Abruzzo: Avviso pubblico “Liquidità”

La Regione Abruzzo mette a disposizione delle imprese un Avviso pubblico “Liquidità” che prevede misure per il sostegno alle imprese con difficoltà di accesso al credito.

Il finanziamento ha lo scopo di sostenere le imprese che hanno riscontrato difficoltà nell’accesso al credito a causa dell’attuale situazione emergenziale, grazie ai finanziamenti a tasso zero le micro e piccole imprese del territorio saranno agevolate nel consolidamento delle proprie attività imprenditoriali.

Chi può accedere all’Avviso pubblico “Liquidità” della Regione Abruzzo

Risultano beneficiarie della misura le micro e piccole imprese aventi le seguenti caratteristiche:

  • costituite e già attive prima del 30/04/2021;
  • in forma di ditta individuale, società di persone, società cooperative;
    lavoratori autonomi e liberi professionisti;
  • con sede legale e operativa in Regione Abruzzo;
  • non in difficoltà al 31 dicembre 2019;
  • Durc regolare;
  • senza protesti per assegni bancari/postali e/o cambiali e/o
    vaglia cambiari negli ultimi 3 anni.

Per i soggetti tenuti alla redazione del bilancio in quanto in contabilità ordinaria, il volume d’affari non deve superare € 200.000,00 per l’anno 2020.

Relativamente a soggetti non tenuti alla redazione del bilancio, il volume d’affari non deve superare l’importo di € 100.000,00 per l’anno 2020.

Mentre i professionisti/lavoratori autonomi il volume d’affari non deve superare l’importo di € 100.00,00 per l’anno 2020.

Sono escluse le imprese operanti nei settori di pesca e acquacoltura.

Spese ammissibili

Sono idonee all’accesso all’Avviso pubblico “Liquidità” della Regione Abruzzo le spese sostenute a partire dal 4 marzo 2020 relative a:

  • spese di funzionamento e gestione;
  • consulenze;
  • investimenti fissi, limitatamente a macchinari, impianti, software,
    attrezzature generiche;
  • acquisto di materie prime, semilavorati prodotti finiti;
  • pagamento di debiti commerciali afferenti attività d’impresa;
  • spese per adeguamento e messa a norma degli impianti termici, elettrici e idraulici;
  • costo del personale con regolare contratto di assunzione da parte dell’impresa;
  • costi promozionali (web site e materiali);
  • corsi di formazione funzionali all’attività d’impresa;
  • opere murarie connesse all’attività d’impresa;
  • acquisto di autovetture/automezzi non a uso promiscuo.

Tutte le spese devono essere sostenute tramite bonifico bancario, RID, RIBA, e assimilabili.

Agevolazione e scadenza

È previsto un finanziamento nella forma di mutuo chirografario a copertura del 100% delle spese richieste, con un importo minimo di € 5.000 e un importo massimo di €15.000, avente le seguenti caratteristiche:

  • Durata: 72 mesi;
  • Tasso: 0%;
  • Preammortamento: 12 mesi;
  • Rimborso: rate costanti mensili posticipate;
  • Modalità pagamento: bonifico permanente;
  • Commissioni di erogazione o incasso: zero;
  • Estinzione anticipata: possibilità di estinzione anticipata (totale o parziale) in qualsiasi momento senza oneri aggiuntivi.

Apertura sportello presentazione domande: dal 6 settembre al 16 settembre 2021.

 

 

 

Per rimanere sempre aggiornato sugli incentivi iscriviti alla nostra newsletter oppure unisciti al nostro canale Telegram!

 

Leggi anche: PNRR, Missione 1 – Digitalizzazione, innovazione, competitività, cultura e turismo

 

 

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli Recenti

Categorie

Contattaci per maggiori informazioni

Gruppo Del Barba Consulting