PNRR Creazione di imprese femminili: il Decreto ripartizioni distribuisce i 400 milioni destinati al sostegno dell’imprenditoria femminile

Home - Nazionale - PNRR Creazione di imprese femminili: il Decreto ripartizioni distribuisce i 400 milioni destinati al sostegno dell’imprenditoria femminile
Creazione di imprese femminili

PNRR Creazione di imprese femminili: il Decreto ripartizioni distribuisce i 400 milioni destinati al sostegno dell’imprenditoria femminile

Aggiornamento: la Circolare 4 maggio 2022 del Mise ha definito i termini di apertura per la presentazione delle domande a valere sui fondi del PNRR per le misure NITO e SMART&START. Le imprese femminili potranno inviare nuove domande a partire dal prossimo 19 maggio. È stato inoltre specificato che sarà possibile finanziare anche i progetti già presentati dal 1 febbraio 2020 che rispettino i requisiti indicati dal PNRR.

Favorire l’accesso delle donne nel mondo delle imprese per lo sviluppo di nuove realtà imprenditoriali grazie al sostegno di contributi e finanziamenti agevolati, è questo lo scopo dell’investimento “Creazione di imprese femminili” previsto dal Piano nazionale di ripresa e resilienza (PNRR) a sostegno delle imprenditrici.

La dotazione finanziaria, distribuita tra Fondo impresa donna, Smart&Start e Nuove Imprese a tasso zero ha come obiettivo il rimodellamento degli attuali sistemi di sostegno all’imprenditoria femminile per aumentare la loro efficacia.

Fondo Impresa Donna, Smart & Start, Nuove Imprese a Tasso Zero

La Missione 5 “Inclusione e coesione” del PNRR si prefigge la realizzazione di politiche orientate all’innovazione del mercato del lavoro, facilitando la partecipazione, migliorando la formazione, eliminando le disuguaglianze sociali, economiche e territoriali, sostenendo l’imprenditorialità femminile.

L’investimento 1.2 nello specifico ha lo scopo di favorire l’aumento della partecipazione delle donne al mondo del lavoro in particolare supportando l’attività imprenditoriale femminile, tale scopo si articola in diverse misure:

  • Fondo Impresa Donna, ha l’obiettivo di supportare l’avvio ed il rafforzamento dell’imprenditoria femminile, sia attraverso contributi a fondo perduto che finanziamenti agevolati.
  • Smart & Start, sostiene la nascita e la crescita delle start-up innovative ad alto contenuto tecnologico.
  • Nuove Imprese a Tasso Zero, mette a disposizione un finanziamento a tasso zero ed un contributo a fondo perduto.

Ripartizione dei fondi

Sono 400 i milioni previsti dall’investimento 1.2 “Creazione di imprese femminili” facente parte della M5C1 del PNRR, che saranno ripartiti fra le misure previste:

  • 160.000.000,00  € destinati al Fondo impresa Donna e ulteriormente distribuiti come segue: 38.800.000,00 € per la linea A e 121.200.000,00 € per la linea B;
  • 100.000.000,00 € per gli interventi  a favore di imprese femminili a valere sulla misura Nuove Imprese a tasso zero;
  • 100.000.000,00 € per gli interventi a favore delle imprese femminili a valere sulla misura Smart&Start;
  • 40.000.000,00 € destinati all’attuazione di misure di accompagnamento, monitoraggio e campagne di comunicazione.

Il decreto inoltre precisa che, al fine del finanziamento, tutte le iniziative presentate dovranno:

  • rispettare il divieto di doppio finanziamento;
  • rispettare il principio del DNSH;
  • concorrere al raggiungimento dell’ ”obiettivo digitale”.

 

 

 

Per rimanere sempre aggiornato sugli incentivi iscriviti alla nostra newsletter oppure unisciti al nostro canale Telegram!

 

Leggi anche: Decreto Sostegni ter, le misure dedicate alle imprese

 

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli Recenti

Categorie

Contattaci per maggiori informazioni

Gruppo Del Barba Consulting