Riapertura bando FRIM FESR 2020: incentivi per progetti di Ricerca e Sviluppo delle PMI della Lombardia

Home - Lombardia - Riapertura bando FRIM FESR 2020: incentivi per progetti di Ricerca e Sviluppo delle PMI della Lombardia
frim fesr lombardia ricerca sviluppo

Riapertura bando FRIM FESR 2020: incentivi per progetti di Ricerca e Sviluppo delle PMI della Lombardia

Lo sportello della misura Frim Fesr Ricerca e Sviluppo 2020 della Regione Lombardia, chiuso anticipatamente in data 6 agosto 2020, riaprirà il 2 novembre con un nuova dotazione.

La Giunta Regionale ha deciso di incrementare le risorse finanziarie del bando con altri 942.731 euro, per sostenere i progetti di ricerca e innovazione a favore delle PMI nel 2020 (delibera n. XI/3701).

Finanziamento FRIM FESR “Ricerca e Sviluppo” 2020

La misura prevede un finanziamento a medio-lungo termine che copre il 100% della spesa ammissibile, fino ad un massimo di 1.000.000 €. La durata del finanziamento è compresa tra i 3 ed i 7 anni, di cui massimo 2 anni di pre-ammortamento, con rimborso in rate semestrali e tasso fisso pari allo 0,5%.

Investimenti ammessi ai Progetti R&S

Il bando “Frim Fesr Ricerca e Sviluppo” finanzia progetti relativi a:

  • attività di ricerca industriale e sviluppo sperimentale, finalizzati all’introduzione di soluzioni innovative di prodotto e/o di processo
  • l’innovazione finalizzata al deposito e alla convalida del brevetto per la tutela dei risultati dell’attività di ricerca.

I progetti devono fare riferimento ad una delle seguenti macro-tematiche, riconducibili alle aree di specializzazione della S3 (Smart Specialisation Strategy): aerospazio, agroalimentare, eco-industria, industrie creative e culturali, industria della salute, manifatturiero avanzato, mobilità sostenibile.

Gli investimenti ammessi all’agevolazione riguardano:

  • spese di ricercatori, tecnici e altro personale ausiliario (max. 50%);
  • quote di ammortamento di impianti, macchinari e attrezzature, nuovi o usati, nella misura e per il periodo di realizzazione del progetto (per beni in leasing sono ammessi i canoni pagati nel periodo di riferimento);
  • costi di materiali connessi alla realizzazione del progetto (max. 10%);
  • spese per attività di innovazione: costi deposito e/o convalida dei brevetti (max. 15%);
  • costi della ricerca contrattuale, delle competenze tecniche e dei brevetti acquisiti o ottenuti in licenza da fonti esterne, nonché i costi dei servizi di consulenza e di servizi equivalenti utilizzati esclusivamente ai fini dell’attività di ricerca;
  • spese generali forfettarie (max. 15% del costo del personale).

Le spese ammissibili devono partire da un investimento minimo di 100.000 € ed essere sostenute successivamente alla data di presentazione della domanda.

Nuova apertura FRIM FESR “Ricerca e Sviluppo” (2° sportello 2020)

Il secondo sportello resterà aperto dal 2 novembre 2020 fino ad esaurimento dei fondi.

I progetti saranno valutati in base ad una procedura valutativa a sportello e, come per il 1° sportello, sarà richiesto il rilascio di una fidejussione, a garanzia del finanziamento, in base alla classe di rischio attribuita all’impresa durante la fase di valutazione economico/finanziaria.

 

 

Per rimanere sempre aggiornato sugli incentivi per le imprese della Lombardia, iscriviti alla nostra newsletter oppure unisciti al nostro canale Telegram!

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli Recenti

Categorie

Contattaci per maggiori informazioni

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!