Regione Umbria: misure per il sostegno delle attività produttive 2021

Home - Umbria - Regione Umbria: misure per il sostegno delle attività produttive 2021
Umbria attività produttive 2021
in

Regione Umbria: misure per il sostegno delle attività produttive 2021

La Regione Umbria mette a disposizione due misure per sostenere le aree territoriali colpite da crisi diffusa delle attività produttive, finalizzate alla mitigazione degli effetti delle transizioni industriali sugli individui e sulle imprese per l’anno 2021.

I contributi verranno erogati nell’area di crisi Terni-Narni (Acquasparta, Amelia, Arrone, Avigliano Umbro, Calvi dell’Umbria, Ferentillo, Giove, Lugnano in Teverina, Montecastrilli, Montefranco, Narni, Otricoli, Penna in Teverina, Polino, San Gemini, Stroncone e Terni), ed ex-Merloni (Assisi, Bastia Umbra, Bevagna, Campello sul Clitunno, Costacciaro, Foligno, Fossato Di Vico, Gualdo Tadino, Gubbio, Nocera Umbra, Scheggia e Pascelupo, Sigillo, Spello, Spoleto, Trevi, Valfabbrica, Valtopina).

Beneficiari e attività ammissibili per accedere alle misure di sostegno delle attività produttive nella Regione Umbria per l’anno 2021

Possono accedere al contributo le micro, piccole, medie imprese:

  • attive e iscritte alla Camera di Commercio competente;
  • con Codice Ateco ammesso;
  • che intendono realizzare progetti di investimento nelle aree sopra indicate;
  • non in difficoltà.

Sono escluse le aziende agricole e le relative attività connesse.

Vengono ammessi programmi di investimento produttivo realizzati dalle imprese entro 12 mesi dalla data di comunicazione di ammissione e di finanziamento.

Spese ammissibili

Sono ammesse alla misura le spese fatturate successivamente alla data di presentazione della domanda 2021 relative a:

  • opere murarie e assimilate e infrastrutture specifiche aziendali;
  • macchinari impianti ed attrezzature funzionali alla
    trasformazione tecnologica e digitale delle imprese ma non rientranti
    nel modello “Impresa 4.0”;
  • macchinari impianti ed attrezzature funzionali alla
    trasformazione tecnologica e digitale delle imprese secondo il modello
    “Impresa 4.0”;
  • programmi informatici;
  • investimenti per la digital transformation;
  • spese di consulenza per l’introduzione, l’acquisizione e
    l’ottimizzazione delle tecnologie.

Agevolazione e scadenza

L’agevolazione comprende un contributo a fondo perduto di intensità differente a seconda della dimensione di impresa, delle spese e del regime di aiuti di Stato scelto:

  1. Beni materiali/immateriali: 20% per le Micro e Piccole imprese e 10% per le Medie Imprese in regime di Esenzione, 25% per le Micro, Piccole e Medie imprese in regime de minimis, 30% per le Micro, Piccole imprese, 20% per le Medie imprese in zone assistite. (L’impresa può scegliere quale tipologia di regime applicare, tale scelta riguarda solo gli investimenti in beni materiali/immateriali).
  2. Servizi di consulenza: 50% in regime di Esenzione.

La spesa minima deve ammontare a € 50.000, mentre quella massima deve essere di € 1.500.000.

La presentazione delle domande potrà essere effettuata dal 5 maggio 2021 al 15 giugno 2021.

 

 

Per rimanere sempre aggiornato sugli incentivi iscriviti alla nostra newsletter oppure unisciti al nostro canale Telegram!

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli Recenti

Categorie

Contattaci per maggiori informazioni

Gruppo Del Barba Consulting