Regione Piemonte, contributi per lo sviluppo ecosostenibile della mobilità delle imprese piemontesi

Home - Piemonte - Regione Piemonte, contributi per lo sviluppo ecosostenibile della mobilità delle imprese piemontesi
bando rinnova veicoli sostenibilità ambientale trasporto sostenibile ricarica veicoli elettrici ecosostenibile mobilità

Regione Piemonte, contributi per lo sviluppo ecosostenibile della mobilità delle imprese piemontesi

Con la misura “Contributi per lo sviluppo ecosostenibile della mobilità delle imprese piemontesi“, la Regione Piemonte incentiva l’implementazione dei veicoli aziendali a basso impatto ambientale.

La dotazione finanziaria complessiva ammonta a 6.907.370 € ed è suddivisa in base alle 3 le linee di intervento:

  • Linea A – Veicoli: 5.000.000 €
  • Linea B – Ciclomotori e Motocicli: 1.381.500 €
  • Linea C – Velocipedi: 525.870 €

La ripartizione tra le linee di finanziamento potrà essere modificata in funzione dell’andamento del bando, alla chiusura dello stesso.

Il bando supporta le micro, piccole e medie imprese, che alla data di presentazione della domanda presentano una unità locale operativa attiva in Piemonte, in un percorso di innovazione organizzativa delle diverse forme di mobilità al fine di ridurre le emissioni in atmosfera. Le imprese beneficiarie devono inoltre essere regolarmente iscritte al Registro Imprese ed in regola con il DURC, non trovarsi in stato di fallimento o liquidazione volontaria.

Attività ammesse al bando della Regione Piemonte

Linea A – Veicoli: Acquisto di veicoli aziendali nuovi o a km0, se immatricolati a decorrere dal 21/10/2021, utilizzati per il trasporto di persone o merci (M1, solo se di potenza non superiore a 130 kw per motori termici e non superiore a 100 kw per motori elettrici, M2, M3, N1, N2, N3) di classe ambientale EURO 6Dtemp:

  • elettrico puro;
  • idrogeno;
  • ibrido (benzina/elettrico, Full Hybrid o Hybrid Plug In);
  • metano/GNL esclusivo;
  • GPL esclusivo;
  • benzina, metano o GPL bifuel (benzina/metano e benzina/GPL).

L’acquisto del nuovo veicolo deve essere subordinato alla rottamazione di un veicolo aziendale (M1, M2, M3, N1, N2, N3) per il trasporto di persone o merci benzina fino a Euro 3/III incluso, ibridi benzina (benzina/metano o benzina/GPL) fino a Euro 3/III incluso e diesel fino ad Euro 5/V incluso.

Linea B – Ciclomotori e Motocicli: Acquisto di ciclomotori e motocicli nuovi di fabbrica, omologati dal costruttore e immatricolati per prima e unica volta in Italia oppure a km0, per il trasporto di persone a trazione elettrica (L1e, L2e, L3e, L4e, L5e, L6e, L7e, XM) a fronte della contestuale rottamazione di:

  • ciclomotore o motociclo per il trasporto di persone a 2 e 4 tempi aventi le seguenti caratteristiche: miscela fino a EURO 2 incluso, benzina fino a EURO 2 incluso, diesel fino a EURO 2 incluso;
  • veicolo aziendale (M1, M2, M3, N1, N2, N3) per il trasporto di persone o merci benzina fino a Euro 3/III incluso, ibridi benzina (benzina/metano o benzina/GPL) fino a Euro 3/III incluso e diesel fino ad Euro 5/V incluso.

Linea C – Velocipedi: Acquisto di velocipedi nuovi:

  • bicicletta a pedalata assistita;
  • bicicletta cargo o triciclo da carico, assimilabile a un velocipede;
  • bicicletta cargo o triciclo da carico a pedalata assistita, assimilabile a un velocipede.

L’impresa beneficiaria deve aver redatto un piano degli spostamenti casa-lavoro e si impegna a individuare un mobility manager ed attivare iniziative bike to work a seguito di comunicazione da parte della Regione Piemonte dell’attivazione della piattaforma regionale e iscrivere i mezzi oggetto di finanziamento a eventuali programmi bike to work avviati sul territorio regionale fino alla scadenza dei 4 anni dalla data di concessione del contributo.

Le spese relative all’acquisto dei veicoli, ciclomotori e motocicli, velocipedi, sono ammesse se sostenute a decorrere dal 21/10/2021. I mezzi acquistati devono rimanere di proprietà dall’azienda per almeno 3 anni dalla data di concessione del contributo.

È ammesso l’acquisto tramite leasing, ma non è ammesso l’acquisizione tramite noleggio a breve o lungo termine.

Agevolazione prevista dal bando per lo sviluppo dell’ecosostenibile della mobilità

Linea A – Veicoli

Il contributo a fondo perduto per la Linea A è proporzionale alla massa, tipologia, alimentazione, emissione e gamma del veicolo. L’intensità è riportata nel bando al seguente link.

Linea B – Ciclomotori e Motocicli

Il contributo a fondo perduto pari a:

  • 2.000 € per i ciclomotori elettrici (L1e, L2e),
  • 4.000 € per i motocicli elettrici (L3e, L4e, L5e, L6e, L7e e XM)

Linea C – Velocipedi

Il contributo a fondo perduto è pari a:

  • 500 € per bicicletta a pedalata assistita;
  • 750 € per bicicletta cargo o triciclo da carico assimilabile a un velocipede;
  • 1.000 € per bicicletta cargo o triciclo da carico a pedalata assistita assimilabile a un velocipede.

Scadenza del bando della Regione Piemonte

Sarà possibile presentare domanda dalle ore 9:00 del 22 novembre 2021 fino alle ore 16:00 del 30 aprile 2023, salvo chiusura anticipata per esaurimento delle risorse finanziarie. I progetti saranno valutati in base ad una procedura valutativa a sportello.

Ciascuna impresa può presentare fino a 10 domande di contributo a valere sul bando corrispondenti a 10 veicoli, ciclomotori e motocicli, velocipedi acquistati a fronte di altrettanti mezzi di trasporto rottamati (ove la rottamazione è richiesta).

 

 

Per essere sempre aggiornato sugli incentivi dedicati alle imprese del Piemonte, iscriviti alla nostra newsletter oppure unisciti al nostro canale Telegram!

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli Recenti

Categorie

Contattaci per maggiori informazioni

Gruppo Del Barba Consulting