--> Investimenti green Lombardia - fondo perduto per le imprese -->

Pacchetto investimenti Lombardia – Linea green

Home - Lombardia - Pacchetto investimenti Lombardia – Linea green
green new deal ambiente transizione industriale

Pacchetto investimenti Lombardia – Linea green

La linea investimenti green Lombardia, anch’essa rientrante nel pacchetto economico da 288 milioni di aiuti alle imprese approvato dalla Regione, prevede una dotazione finanziaria complessiva di 65 milioni di euro, di cui 34 destinati a contributi a fondo perduto. L’incentivo è dedicato ad investimenti per la riduzione dell’impatto ambientale dei sistemi produttivi, sia attraverso la riduzione dei consumi sia attraverso il recupero di energia.

Investimenti green Lombardia: beneficiari

L’agevolazione per investimenti green è dedicata a PMI e grandi imprese in regola con il DURC, con almeno due bilanci depositati alla data di presentazione della domanda e con una sede operativa – oggetto dell’intervento – in Lombardia. Le imprese devono, inoltre, rientrare nella classificazione da 1 a 10 secondo la metodologia di Credit Scoring su dati storici del modello di valutazione per il calcolo delle probabilità di inadempimento del Fondo Centrale di Garanzia.

N.B. Le grandi imprese possono presentare domanda di finanziamento entro il 28 luglio 2023.

Progetti e spese ammissibili per la linea investimenti green Lombardia

La linea green incentiva investimenti dedicati all’efficientamento energetico degli impianti produttivi delle imprese. L’obiettivo è la riduzione dell’impatto ambientale dei sistemi produttivi, sia attraverso la riduzione dei consumi energetici che attraverso il recupero di energia e/o la cattura dei gas serra dai cicli produttivi esistenti.  L’importo minimo dell’investimento è di 100 mila euro, l’importo massimo agevolabile (tra finanziamento supportato da garanzia e contributo a fondo perduto) è di 10 milioni di euro.

I progetti devono essere realizzati entro 18 mesi dalla data di pubblicazione del provvedimento di concessione dell’agevolazione.

Spese ammissibili

  • Acquisto e installazione di macchinari, impianti di produzione, attrezzature ed hardware, in sostituzione di quelli in uso presso la sede oggetto di intervento ovvero funzionali al raggiungimento degli obiettivi di efficientamento energetico dichiarati;
  • acquisto, installazione e allacciamento alla rete di impianti per la produzione di energia rinnovabili, esclusivamente in combinazione con le altre voci di spesa di cui alla prima, terza,quarta e quinta tipologia di spesa;
  • acquisto e installazione di impianti di produzione di energia termica e frigorifera e di impianti di cogenerazione/trigenerazione;
  • acquisto e installazione di sistemi di accumulo dell’energia e di inverter;
  • acquisto e installazione di caldaie ad alta efficienza a condensazione, a biomassa ovvero pompe di calore in sostituzione di quelli in uso presso la sede oggetto di intervento ovvero funzionali al raggiungimento degli obiettivi di efficientamento energetico dichiarati;
  • acquisto e installazione di sistemi di domotica per il risparmio energetico;
  • acquisto e installazione di apparecchi LED a basso consumo in sostituzione dell’illuminazione tradizionale (a fluorescenza, incandescenza o alogena, etc.) (c.d. relamping);
  • acquisto di software, licenze d’uso software e costi per servizi software di tipo cloud e saas;
  • acquisizione di brevetti;
  • opere murarie, opere di bonifica e impiantistica se direttamente correlate e funzionali all’installazione dei beni di cui dalla prima alla sesta voce di spesa nel limite del 20% di tali voci di spesa.

Solo in Regime 3.13 e de minimis, sono ammesse anche le seguenti spese:

  • costi di formazione relativi al progetto presentato;
  • spese tecniche di consulenza correlate alla realizzazione dell’intervento (progettazione, direzione lavori, relazioni tecniche specialistiche e diagnosi energetiche, contributi obbligatori dei professionisti, ecc.), nel limite del 20% dei costi di cui alle precedenti voci di spesa (dalla prima alla nona);
  • spese generali determinate con un tasso forfettario pari al 7% delle spese ammissibili di cui alle precedenti spese (dalla prima all’undicesima).

Le spese devono essere sostenute successivamente alla presentazione della domanda di partecipazione.

Agevolazione prevista per investimenti green Lombardia

L’agevolazione si compone di:
  • una garanzia regionale gratuita su un finanziamento a medio-lungo termine erogato dai Soggetti Finanziatori e
    finalizzato ad ottenere le risorse finanziarie necessarie per l’investimento;
  • un contributo a fondo perduto in conto capitale sull’investimento.

Le risorse relative ai finanziamenti sono rese disponibili da intermediari finanziari con i quali verrà stipulata apposita convenzione (denominati Soggetti Finanziatori) entro i limiti del Fondo di Garanzia.

L’importo massimo dell’aiuto individuale che può essere concesso per impresa non supera le soglie seguenti:

  • 1% del bilancio totale disponibile per il regime Temporary Framework (ossia 3,8 milioni per impresa);
  • 10 milioni di euro per impresa in termini nominali indipendentemente dallo strumento di aiuto specifico.

Intensità massime dell’agevolazione per investimenti green

MICRO e PICCOLE IMPRESE:

  • 50% (di cui 15% maggiorazione)per progetti realizzati in aree mappate nelle province di PV, LO, CO, SO
  • 45% (di cui 10% maggiorazione) per progetti realizzati in aree delle province di MN e CR
  • 35% per progetti realizzati in aree diverse dalle precedenti
MEDIE IMPRESE:
  • 40% (di cui 15% maggiorazione) per progetti realizzati in aree delle province di PV, LO, COM, SO
  • 35% (di cui 10% maggiorazione) per progetti realizzate in aree delle province di MN e CR
  • 25% per progetti realizzati in aree diverse dalle precedenti
GRANDI IMPRESE:
  • 30% (di cui 15% maggiorazione) per progetti realizzati in aree delle province di PV, LO, COM, SO
  • 25% (di cui 10% maggiorazione) per progetti realizzate in aree delle province di MN e CR
  • 15% per progetti realizzati in aree diverse dalle precedenti

Contributo a fondo perduto

Il contributo a fondo perduto è determinato come percentuale del totale delle spese ammissibili a seconda del regime di aiuto applicato.

L’aiuto percepito sotto forma di contributo in conto capitale a fondo perduto sarà, in ogni caso, concesso sino al concorrere dell’intensità di aiuto massima concedibile dal regime di aiuto prescelto, senza che questo comporti un aumento della percentuale del finanziamento.

Per gli aiuti concessi entro il 31 dicembre 2023 (con domanda di partecipazione presentata entro il 28 luglio 2023) alle imprese potrà essere riconosciuto un contributo a fondo perduto in conto capitale fino ai massimali previsti, al netto dell’agevolazione relativa alla garanzia espressa in ESL.

Finanziamento supportato da garanzia regionale

Il finanziamento coperto dalla garanzia è volto a finanziare la quota parte non coperta dal contributo, fino all’integrale copertura del 100% dell’investimento ammissibile.

  • Importo: fino a un massimo di 9 milioni di euro per le domande presentate entro il 28 luglio 2023 (per concessioni entro il 31 dicembre 2023 nel regime 3.13); fino a un massimo di euro 2.850.000,00 per le domande presentate dopo il 28 luglio 2023;
  • Tasso di interesse: tasso di mercato applicato alle risorse finanziarie messe a disposizione dai Soggetti Finanziatori convenzionati;
  • Durata: compresa tra un minimo di 3 anni e un massimo di 6 anni, incluso l’eventuale preammortamento fino ad un massimo di 24 mesi;
  • Modalità di erogazione: alla sottoscrizione del contratto, deliberata la garanzia regionale, secondo le valutazioni dei Soggetti Finanziatori e comunque in anticipazione fino ad un massimo del 70%;
  • Ulteriori garanzie: a supporto dei Finanziamenti potranno essere richieste ulteriori garanzie di natura reale o personale, da parte dei Soggetti Finanziatori, per un importo inferiore o pari alla quota di Finanziamento non coperta dalla Garanzia.
La garanzia regionale (a costo zero) coprirà a prima richiesta il 70% dell’importo di ogni singolo finanziamento e nel limite, a favore di ciascun Soggetto Finanziatore, del 22,5% dell’importo dei finanziamenti concessi da ciascun Soggetto Finanziatore nell’ambito dell’iniziativa.

Cumulabilità

Gli incentivi per la linea investimenti green Lombardia sono soggetti all’applicazione della Sezione 3.1 del Temporary Framework.

Decorso il 31 dicembre 2023, salvo proroghe della sezione 3.13 del ”Temporary Framework”, le agevolazioni saranno concesse esclusivamente alle PMI le quali potranno scegliere se applicare il regime de Minimis o di esenzione.

Gli aiuti concessi nella sezione 3.13 sono cumulabili con gli aiuti a finalità regionale, con gli investimenti soggetti a notifica, con gli investimenti esenti da notifica e con altri aiuti; non sono cumulabili per gli stessi costi ammissibili con gli aiuti concessi nel quadro temporaneo di crisi per misure di aiuto di Stato a sostegno dell’economia a seguito dell’aggressione della Russia contro l’Ucraina.

In nessun caso l’importo totale dell’aiuto può superare il 100% dei costi ammissibili.

Decorso il 31 dicembre 2023, salvo proroghe della sezione 3.13 del Temporary Framework le agevolazioni saranno concesse esclusivamente alle PMI in alternativa, a scelta del beneficiario: nel rispetto del Regolamento de minimis o nel rispetto dell’articolo 17 (Aiuti agli investimenti a favore delle PMI) del Regolamento GBER.

Domande per accedere al bando investimenti green Lombardia

La procedura valutativa è a sportello. Le domande, corredate dalla delibera di finanziamento di un Soggetto Finanziatore, dovranno essere inviate esclusivamente attraverso la piattaforma Bandi online.

L’istruttoria delle domande di partecipazione presentate – ammissibilità formale e tecnica – è effettuata sulla base di una procedura valutativa a sportello.

I termini di presentazione saranno resi noti con apposito bando attuativo.

 

Per essere sempre aggiornato sui bandi dedicati alle imprese, unisciti al nostro canale Telegram!

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli Recenti

Categorie

Contattaci per maggiori informazioni

Gruppo Del Barba Consulting