--> Linea attrazione investimenti Lombardia - pacchetto investimenti -->

Pacchetto investimenti Lombardia – Linea attrazione investimenti

Home - Lombardia - Pacchetto investimenti Lombardia – Linea attrazione investimenti
riversamento spontaneo bonus ricerca e sviluppo Attrazione degli investimenti Emilia Romagna 2022

Pacchetto investimenti Lombardia – Linea attrazione investimenti

Linea attrazione investimenti Lombardia si colloca all’interno del pacchetto economico da 288 milioni approvato dalla Regione. Prevede una dotazione finanziaria di 30 milioni di euro per erogare contributi a fondo perduto (fino al 50%) per PMI e MidCap che vogliono avviare uno stabilimento produttivo o ampliarne uno già operativo.

Linea attrazione investimenti Lombardia, chi sono i beneficiari

Il bando attrazione investimenti si rivolge a PMI e MidCap, in regola con il DURC, con almeno due bilanci depositati alla data di presentazione della domanda e sede operativa, oggetto di intervento, in Lombardia. Le imprese devono, inoltre, rientrare nella classificazione da 1 a 10 secondo la metodologia di Credit Scoring su dati storici del modello di valutazione per il calcolo delle probabilità di inadempimento del Fondo Centrale di Garanzia.

Sono ammesse anche le imprese iscritte all’Albo delle imprese agromeccaniche di Regione Lombardia, mentre sono escluse le imprese con Codice Ateco Sezione A, H52 e K, le imprese attive nel settore e del tabacco e le grandi strutture di vendita (di cui all’articolo 4 del D.lgs 114/1998 e s.m.i.).

Progetti e spese ammissibili al bando attrazione investimenti Lombardia

Sono ammissibili gli investimenti finalizzati all’avvio di uno stabilimento produttivo in una nuova sede operativa o all’ampliamento di uno stabilimento già operativo, per un importo minimo dell’investimento pari a 200 mila euro.

Le spese oggetto di incentivo sono:

  1. acquisto e installazione di macchinari, impianti di produzione, attrezzature, hardware e arredi, necessari per il conseguimento delle finalità progettuali;
  2. acquisto di software, licenze d’uso software e costi per servizi software di tipo cloud e saas e simili per un periodo non superiore a 12 mesi di servizio;
  3. acquisizione di marchi, brevetti e licenze di produzione;
  4. opere murarie, opere di bonifica e impiantistica se direttamente correlate e funzionali all’installazione dei beni di cui alla voce 1), nel limite del 20% di tale voce di spesa;
  5. acquisto di proprietà di immobili destinati all’esercizio dell’impresa e/o eventuali costi di ristrutturazione (in relazione agli interventi ammissibili) nel limite del 50% del progetto di investimento;
  6. costi per servizi di consulenza prestati da consulenti esterni nel limite massimo del 50% delle voci da 1) a 4).

Non sono ammissibili le fatture di importo inferiore a mille euro.

Agevolazione prevista 

L’agevolazione per la linea attrazione investimenti prevede un contributo a fondo perduto e una garanzia su finanziamento a medio lungo termine.

Garanzia regionale per il finanziamento

Il bando prevede una garanzia regionale gratuita su un finanziamento a medio-lungo termine, finalizzato ad ottenere le risorse finanziarie necessarie per l’investimento. L’importo del finanziamento massimo è di 9 milioni di euro per le domande presentate entro il 28 luglio 2023, con durata di minimo 3 anni e massimo 6 anni.

Contributo a fondo perduto per il bando attrazione investimenti Lombardia

La percentuale del contributo a fondo perduto in conto capitale sull’investimento, varia in base all’area geografica ed al regime di aiuto.

  • Aree diverse dalla carta di aiuti a finalità regionale: 35% Micro e Piccole imprese, 25% per le Medie imprese,15% MidCap.
  • Aree della carta di aiuti a finalità regionale mappate nelle province di PV-LO-CO-SO: 50%Micro e Piccole imprese, 40% Medie imprese, 30% MidCap. Per le aree mappate nelle province di MN e CR: 45% Micro e Piccole imprese, 35% Medie imprese, 25% MidCap.

L’importo massimo agevolabile non può essere superiore a 10 milioni di euro.

L’agevolazione di linea attrazione investimenti è concessa in regime di Temporary Framework Covid-19, sezione 3.13. Ammette il cumulo con altri aiuti di stato in relazione agli stessi costi nel rispetto delle intensità di aiuto previste. Non è, invece, ammesso il cumulo con gli aiuti concessi in regime di Temporary Crisis Framework.

Domande per accedere al bando linea attrazione investimenti di Regione Lombardia

Il bando prevede una procedura valutativa a sportello, con attribuzione di punteggi sulla base dei seguenti criteri di valutazione:

  • qualità dell’operazione (capacità dell’operazione di valorizzare il territorio di riferimento);
  • capacità del proponente (in termini di capacità tecnica, organizzativa e gestionale);
  • premialità (sostenibilità ambientale, rilevanza della componente femminile e giovanile, coerenza con la strategia regionale di specializzazione intelligente S3, ricadute in termini occupazionali).

Termini e modalità di presentazione della domanda, nonché ulteriori precisazioni, saranno definiti con successivo provvedimento.

 

 

Per essere sempre aggiornato sui bandi dedicati alle imprese unisciti al nostro canale Telegram!

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli Recenti

Categorie

Contattaci per maggiori informazioni

Gruppo Del Barba Consulting