Microinnovazione digitale, bando per le imprese della Toscana

Home - Toscana - Microinnovazione digitale, bando per le imprese della Toscana
microinnovazione digitale toscana

Microinnovazione digitale, bando per le imprese della Toscana

Microinnovazione digitale è il bando della Regione Toscana a sostegno dei servizi di innovazione tecnologica di micro e Pmi.

Dal 17 settembre le micro, piccole e medie imprese toscane possono presentare domanda per il bando Microinnovazione digitale.

La Regione Toscana concede un contributo a fondo perduto, in forma di voucher, il cui importo varia dal 30 al 70% delle spese, in base alla tipologia di azienda e di spesa sostenuta.

Il bando agevola dunque progetti di investimento in innovazione digitale, a patto che rientrino nel Catalogo dei servizi avanzati e qualificati per le imprese toscane, sezione B2, B3 e B6.

B.2 – Servizi qualificati di supporto alla innovazione organizzativa e alla conseguente introduzione di tecnologie dell’informazione e della comunicazione (ICT) e alla sperimentazione di pratiche di innovazione sociale

B.2.1 – Servizi di supporto al cambiamento organizzativo

B.2.2 – Servizi di miglioramento della efficienza delle operazioni produttive

B.2.3 – Gestione della catena di fornitura

B.2.4 – Supporto alla certificazione avanzata

B.2.5 – Servizi per l’efficienza e la responsabilità ambientale

B.2.6 – Servizi di supporto all’innovazione organizzativa mediante gestione temporanea di impresa (Temporary management – TM)

B.3 – Servizi qualificati di supporto all’innovazione commerciale per il presidio strategico dei mercati

B.3.1 – Supporto alla introduzione di innovazioni nella gestione delle relazioni con i clienti

B.3.2 – Supporto allo sviluppo di reti distributive specializzate ed alla promozione di prodotti

B.3.3 – Servizi di valorizzazione della proprietà intellettuale

B.6 – Servizi di supporto alla digitalizzazione

Realizzazione di dimostratori e soluzioni pilota di tipo:

B.6.1 Advanced Manufacturing

B.6.2 Additive Manufacturing

B.6.3 Augmented reality

B.6.4 Simulation

B.6.5 Horizontal/vertical integration

B.6.6 Industrial internet

B.6.7 Cloud

B.6.8 Cybersecurity

B.6.9 Big data and analytics

B.6.10 Intelligenza artificiale

B.6.11 Blockchain

Beneficiari 

Possono partecipare le micro e Pmi, in forma singola o associata, con sede o unità locale attiva in Toscana. Inoltre, è necessario essere in regola con il Durc e avere un patrimonio netto maggiore di 0,2.

Settori esclusi dal bando microinnovazione digitale

Agricoltura, commercio ingrosso, attività finanziarie e immobiliarie non rientrano nei codici ateco ammessi.

Spese ammissibili 

Sono ammesse al bando microinnovazione digitale le spese sostenute successivamente al 01/02/2020 ed entro 12 mesi dalla comunicazione di concessione. I servizi incentivabili riguardano consulenza in materia di innovazione o sostegno all’innovazione, inclusi canoni relativi a piattaforme software. Anche le spese per il personale altamente qualificato sono ammissibili.

La spesa deve essere compresa tra 7.500 € e 100.000 €, mentre i servizi della voce B6 (supporto alla digitalizzazione) non possono superare i 60.000 €.

Domande dal 17 settembre al 15 novembre.

 

 

Per rimanere sempre aggiornato sulle agevolazioni per le imprese toscane, iscriviti alla nostra newsletter unisciti al nostro canale Telegram!

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli Recenti

Categorie

Contattaci per maggiori informazioni