Incentivi per programmi di internazionalizzazione a sostegno delle imprese della Puglia

Home - Puglia - Incentivi per programmi di internazionalizzazione a sostegno delle imprese della Puglia
fiere internazionalizzazione export cciaa
in

Incentivi per programmi di internazionalizzazione a sostegno delle imprese della Puglia

La Regione Puglia mette a disposizione una dotazione pari a 17 milioni di euro per la misura “Aiuti ai programmi di internazionalizzazione delle Piccole e Medie Imprese“. L’incentivo finanzia lo sviluppo di nuovi modelli di attività per l’internazionalizzazione.

Beneficiari del bando Regione Puglia

Possono beneficiare dell’agevolazione le piccole e medie imprese, in forma singola o associata (reti e consorzi), attive e con sede operativa in Puglia. Le imprese devono appartenere ai settori Ateco ammissibili, ovvero manifatturiero, costruzioni, alloggio, editoria, cinema e servizi.

Tipologie di interventi ammessi bando per l’internazionalizzazione delle imprese pugliesi

I progetti ammessi al bando della Regione Puglia riguardano 3 tipologie di intervento:

  • Progetti per l’internazionalizzazione funzionali al potenziamento della presenza all’estero, attraverso lo sviluppo di azione di commercializzazione e/o collaborazione industriale con partner esteri. Ovvero, ricerca partner esteri, studi di fattibilità e servizi di assistenza tecnica.
  • Progetti per il marketing internazionale finalizzati a garantire una presenza stabile dell’impresa sui mercati esteri. Ovvero: assistenza consulenziale qualificata e iniziative di promozione e comunicazione.
  • Partecipazione a fiere: partecipazione a fiere o mostre a carattere internazionale, sia in Italia che all’estero.

Le spese ammesse al bando devono essere sostenute dopo la presentazione della domanda e riguardano:

  • servizi di consulenza specialistica, finalizzati a sviluppare il progetto di promozione internazionale, comprensivo di:
    • progettazione, organizzazione e realizzazione di specifiche azioni promozionali sui mercati esteri di riferimento (brochure, depliant, video, sito web, marchio)
    • attività di ricerca ed identificazione potenziali partner esteri
    • analisi e riorganizzazione della struttura e delle procedure aziendali ai fini della internazionalizzazione
    • attività di analisi e valutazione di joint-venture o accordi di collaborazione commerciale o industriale, anche nel campo dell’innovazione, della ricerca e del trasferimento tecnologico internazionale
    • servizi di assistenza legale, fiscale e contrattualistica internazionale, riferiti esclusivamente ai Paesi target del progetto di promozione internazionale per il quale si richiede l’agevolazione
  • costi esterni per la figura TEM (Temporary Export Manager), fino ad un massimo di 100.000 €;
  • servizi di consulenza specialistica relativi a studi ed analisi di fattibilità per la costituzione e gestione di investimenti all’estero funzionali alla costituzione di centri di servizi di vendita, controllo e certificazione di qualità, assistenza post-vendita, distribuzione e/o logistica per il sistema di offerta;
  • partecipazione diretta a fiere specializzate a carattere internazionale: affitto spazi espositivi, allestimento e gestione degli spazi espositivi, assistenza congressuale e interpretariato;
  • organizzazione e realizzazione di mostre promozionali inserite in un evento/mostra di carattere internazionale: affitto sale, spedizione materiali promozionali e dei campionari, interpretariato.

Gli interventi devono essere completati entro 24 mesi dalla data di ammissione alle agevolazioni. L’investimento minimo deve essere pari ad almeno 50.000 €.

Agevolazione per progetti di internazionalizzazione della Regione Puglia

La misura concede un contributo pari all’ammontare degli interessi di un finanziamento agevolato, erogato dalla banca convenzionata. Il tasso d’interessi viene calcolato:

  • in misura pari all’Interest Rate Swap in euro a 10 anni, maggiorato di uno spread aggiornato di anno in anno, pubblicato il giorno della stipula del finanziamento;
  • indipendentemente dall’ammontare delle spese ammissibili, su un importo finanziato massimo di 800.000 € (per le aggregazioni 4 milioni €).

Sono previste altre sovvenzioni dirette fino ad un massimo del 45% dei costi sostenuti per un massimo di:

  • 300.000 € per i programmi di internazionalizzazione e/o marketing,
  • 100.000 € per la partecipazione a fiere.

Scadenza del Bando per l’internazionalizzazione

Lo sportello per la presentazione della domanda è aperto fino ad esaurimento fondi.

 

 

Per essere sempre aggiornato sugli incentivi dedicati alle imprese della Puglia, iscriviti alla nostra newsletter oppure unisciti al nostro canale Telegram!

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli Recenti

Categorie

Contattaci per maggiori informazioni

Gruppo Del Barba Consulting