CCIAA LUCCA, PID: contributi per la digitalizzazione e la sostenibilità delle imprese

Home - Toscana - CCIAA LUCCA, PID: contributi per la digitalizzazione e la sostenibilità delle imprese
PID Messina 2022

CCIAA LUCCA, PID: contributi per la digitalizzazione e la sostenibilità delle imprese

La Camera di Commercio di Lucca ha stanziato 200.000 € per il Bando Voucher PIDRegolamento per la concessione di contributi a favore della digitalizzazione e della sostenibilità delle imprese – Anno 2022“, intervento finalizzato a sostenere gli investimenti delle imprese del territorio, in ambito di digitalizzazione e sostenibilità.

La misura, in linea col progetto Punto Impresa Digitale (PID), si pone i seguenti obiettivi:

  • stimolare l’impresa a misurare la propria maturità digitale (Digital Maturity Assessment) e ad identificare i propri bisogni di innovazione;
  • promuovere l’utilizzo di servizi o soluzioni focalizzate su nuove competenze e tecnologie digitali, in attuazione della strategia definita nel Piano Nazionale Impresa 4.0;
  • facilitare l’introduzione di innovazioni tecnologiche, ovvero stimolare il rinnovamento ed il potenziamento del proprio parco tecnologico;
  • favorire interventi di digitalizzazione ed automazione, funzionali alla continuità operativa delle imprese durante l’emergenza sanitaria da Covid-19 e alla ripartenza nella fase post-emergenziale;
  • sviluppare la capacità di collaborazione tra imprese o tra esse e soggetti altamente qualificati nel campo dell’utilizzo delle tecnologie I4.0, attraverso la realizzazione di progetti mirati all’introduzione di nuovi modelli di business I4.0.

Beneficiari del Bando PID Lucca

La misura sostiene gli investimenti di micro, piccole e medie imprese con sede legale nella provincia di Lucca che, al momento della presentazione della domanda e fino alla liquidazione del contributo, presentino un volume di ricavi nell’anno 2021 inferiore a 3 milioni di euro. Le imprese beneficiarie devono inoltre essere iscritte al Registro delle Imprese e attive, in regola con il pagamento de diritto annuale e che non abbiano ottenuto concessione/liquidazione del contributo a valere sul Regolamento Digitalizzazione della Camera di Commercio di Lucca, o di una qualunque altra Camera di Commercio italiana, negli anni 2020 e 2021 e non abbiano contratti di fornitura in essere con la Camera di Commercio.

Sono escluse le imprese che operano con i seguenti Codici Ateco:

  • 58.21 – Edizione di giochi per computer
  • 58.29 – Edizione di altri software a pacchetto
  • 62.01 – Produzione di software non connesso all’edizione
  • 62.02 – Consulenza nel settore delle tecnologie e dell’informatica
  • 62.03 – Gestione di strutture e apparecchiature informatiche hardware housing
  • 62.09.01 – Configurazione di personal computer
  • 62.09.09 – Altre attività dei servizi connessi alle tecnologie dell’informatica n.c.a.

Tipologie di interventi ammessi all’agevolazione

Il bando PID di Lucca finanzia gli interventi di innovazione digitale riguardanti le seguenti tecnologie:

  • robotica avanzata e collaborativa
  • interfaccia uomo-macchina
  • manifattura additiva e stampa 3D
  • prototipazione rapida
  • internet delle cose e delle macchine
  • cloud, fog e quantum computing
  • cyber security e business continuity
  • big data e analytics
  • intelligenza artificiale
  • blockchain
  • soluzioni tecnologiche per la navigazione immersiva, interattiva e partecipativa (realtà aumentata, realtà virtuale e ricostruzioni 3D)
  • simulazioni e sistemi cyberfisici
  • integrazione verticale e orizzontale
  • soluzioni tecnologiche digitali di filiera per l’ottimizzazione della supply chain
  • soluzioni tecnologiche per la gestione e il coordinamento dei processi aziendali con elevate caratteristiche di integrazione delle attività (ad es. ERP, MES, PLM, SCM, CRM, incluse le tecnologie di tracciamento, ad es. RFID, barcode, etc…);
  • sistemi di e-commerce
  • soluzioni tecnologiche digitali per l’automazione del sistema produttivo e di vendita per favorire forme di distanziamento sociale legate all’emergenza sanitaria
  • connettività a Banda Ultralarga
  • sistemi di pagamento mobile e/o via Internet
  • sistemi fintech
  • sistemi EDI, electronic data interchange
  • geolocalizzazione
  • tecnologie per l’in-store customer experience
  • system integration applicata all’automazione dei processi
  • tecnologie della Next Production Revolution (NPR)
  • programmi di digital marketing
  • soluzioni tecnologiche per la transizione ecologica.

Spese finanziate dal Bando PID della CCIAA di Lucca

Le spese ammesse al Bando PID di Lucca, sostenute a partire dal 1° gennaio 2022 fino alla data di rendicontazione, sono relative a:

  • servizi di consulenza e/o formazione (nel massimo del 20% del totale delle spese ammissibili)
  • acquisto e locazione (leasing) di beni strumentali e servizi, come attrezzature tecnologiche, software e servizi informatici, funzionali all’acquisizione delle tecnologie ammesse.

Sono inoltre compresi, purché afferenti agli ambiti tecnologici di intervento previsti, i costi per acquisto e locazione di:

  • Notebook , PC, tablet, pendrive USB, stampanti, scanner e relativi accessori;
  • apparati orientati alla telematizzazione delle attività: webcam, microfono, altoparlanti, sistemi integrati per la videoconferenza;
  • tecnologie e servizi in cloud in grado di garantire forme di collaborazione a distanza, incluse spese e contratti per abbonamento a servizi in cloud in modalità “software as a service”;
  • installazione VPN, VoiP, sistemi di Backup/ripristino dei dati e sicurezza di rete;
  • configurazione delle reti e degli strumenti per il lavoro a distanza;
  • software per servizi all’utenza (es. siti web, app, integrazioni con provider, servizi di pagamento, piattaforme e-commerce e sistemi di delivery);
  • spese per acquisto di strumentazione e servizi per la connettività (es. modem e router Wi-Fi, switch, antenne, escluso dispositivi di telefonia mobile).

Mentre, sono escluse dall’agevolazione le spese di formazione obbligatoria.

L’investimento minimo ammissibile deve essere pari ad almeno 1.000 €.

Incentivo e scadenze del Bando PID Lucca

Il Bando PID della CCIAA di Lucca offre un contributo a fondo perduto fino al 50% delle spese ammesse e sostenute, fino ad un importo massimo di 5.000 €.

Lo sportello per la presentazione delle domande aprirà dalle ore 9:00 del 27 aprile alle ore 19:00 del 30 settembre 2022.

I progetti saranno valutati mediante procedura a sportello secondo l’ordine cronologico di presentazione della domanda.

 

 

Per essere sempre aggiornato sugli incentivi per le imprese della Toscana, iscriviti alla nostra newsletter oppure unisciti al nostro canale Telegram!

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli Recenti

Categorie

Contattaci per maggiori informazioni

Gruppo Del Barba Consulting