CCIAA Vicenza: Bando per contributi a supporto della Digitalizzazione delle Imprese 2021

Home - Veneto - CCIAA Vicenza: Bando per contributi a supporto della Digitalizzazione delle Imprese 2021
Tech Fast Lombardia 2021
in

CCIAA Vicenza: Bando per contributi a supporto della Digitalizzazione delle Imprese 2021

Il Bando per la digitalizzazione delle imprese viene stanziato per favorire i processi di innovazione in ottica 4.0. Grazie ai contributi previsti, le imprese nella circoscrizione territoriale della Camera di Commercio di Vicenza vengono sostenute nei propri processi di digitalizzazione e innovazione tecnologica.

Beneficiari e attività ammissibili per accedere al Bando per la digitalizzazione delle imprese

Possono beneficiare dei contributi le micro, piccole e medie imprese di tutti i settori economici, con sede legale e/o unità locale nella circoscrizione territoriale della Camera di Commercio di Vicenza, attive e in regola con il pagamento del diritto camerale e con il DURC.

Tra le attività ammissibili rientrano i progetti di digitalizzazione e innovazione tecnologica.

Spese ammissibili e contributo

L’agevolazione copre le spese sostenute a partire dall’1 gennaio 2021 al 30 settembre 2021.

Vengono inclusi ai fini del contributo i costi di consulenza e di servizio relativi a:

  • tecnologie di innovazione digitale 4.0;
  • software gestionale e/o per servizi all’utenza;
  • servizi per la connettività, compresa la Banda Ultralarga;
  • consulenze e perizie rilasciate da ingegneri o periti industriali iscritti nei rispettivi albi professionali finalizzate all’analisi e all’attestazione dell’interconnessione dei beni 4.0 ai sistemi aziendali (articolo 1, comma 1062, della legge di bilancio 2021);
  • canoni di leasing per beni materiali/strumentali 4.0 (solo quelli sostenuti e pagati nel periodo che decorre dal 1 gennaio 2021 fino al 30 settembre 2021).

Per le attività elencate viene messo a disposizione un contributo a fondo perduto pari a:

  •  € 2.000 per una spesa minima di € 4.000
  •  € 4.000 per una spesa minima di € 8.000

Apertura sportello e informazioni utili

Sarà possibile procedere con la presentazione delle domande dal 23 marzo 2021 al 13 aprile 2021.

La procedura valutativa avverrà a sportello secondo l’ordine cronologico di invio delle domande, alla domanda dovrà essere allegato il prospetto delle spese.

Viene prevista l’applicazione del Regolamento UE “de minimis”, ed un premio di € 200,00 alle imprese in possesso del Rating di Legalità. Inoltre è ammesso cumulo, per le stesse spese, con altri aiuti in regime de minimis e con altri Aiuti di Stato.

Vengono ammessi i seguenti fornitori:

  • Competence center e Digital Innovation Hub, parchi scientifici e tecnologici, centri di ricerca e trasferimento tecnologico, centri per l’innovazione, Tecnopoli, cluster tecnologici ed altre strutture per il trasferimento tecnologico, accreditati o riconosciuti da normative o atti amministrativi regionali o nazionali;
  • incubatori certificati;
  • FABLAB;
  • centri di trasferimento tecnologico su tematiche Industria 4.0;
  • start-up innovative e PMI innovative;
  • Innovation Manager iscritti nell’albo degli esperti tenuto dal Ministero dello Sviluppo Economico e/o dall’elenco dei manager tenuto da Unioncamere;
  • ulteriori fornitori (Imprese, Professionisti, Fondazioni, enti, Consorzi, Aziende Speciali partecipate e consortili di enti pubblici) la cui attività sia coerente con la prestazione realizzata.

 

 

Per essere sempre aggiornato su bandi ed agevolazioni fiscali dedicati alle imprese, iscriviti alla nostra newsletter oppure unisciti al nostro canale Telegram!

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli Recenti

Categorie

Contattaci per maggiori informazioni

Gruppo Del Barba Consulting