Anticipazione, Regione Lombardia: Tech Fast 2021, contributo per lo sviluppo tecnologico e attività di innovazione di processo

Home - Lombardia - Anticipazione, Regione Lombardia: Tech Fast 2021, contributo per lo sviluppo tecnologico e attività di innovazione di processo
Tech Fast Lombardia 2021

Anticipazione, Regione Lombardia: Tech Fast 2021, contributo per lo sviluppo tecnologico e attività di innovazione di processo

La misura Tech Fast 2021 della Regione Lombardia sostiene ed incentiva l’innovazione e la digitalizzazione delle PMI lombarde mettendo a disposizione un contributo a fondo perduto.

Beneficiari e attività ammissibili per accedere alla misura Tech Fast Regione Lombardia 2021

Possono accedere al contributo le PMI con i seguenti requisiti:

  • regolarmente costituite, iscritte e attive nel Registro delle Imprese;
  • in regola con il Durc e con la normatva Antimafia vigente;
  • non in difficoltà.

Sono ammissibili progetti di:

  • sviluppo sperimentale e di innovazione di processo (nell’ambito dei quali possono essere ricomprese anche attività di trasformazione digitale quali – ad esempio – advanced manufacturing solutions, addittive manufacturing, realtà aumentata, simulation, industrial internet, cloud, cybersecurity, big data);
  • solo sviluppo sperimentale.

Le attività devono essere afferenti alle aree di specializzazione intelligente (S3) della Regione Lombardia (Aerospazio, Agroalimentare, Eco-Industria, Industrie creative e culturali, Industria della salute, Manifatturiero avanzato, Mobilità sostenibile).

Spese ammissibili per beneficiare della misura Tech Fast Regione Lombardia 2021

Ai fini della determinazione del contributo, sono ammissibili le seguenti tipologie di spesa:

  • le spese di personale;
  • i costi relativi a strumentazione e attrezzature nella misura e per il periodo in cui sono utilizzati per il progetto;
  • i costi per la ricerca contrattuale, le conoscenze e i brevetti acquisiti o ottenuti in licenza da fonti esterne alle normali condizioni di mercato, nonché costi per i servizi di consulenza e servizi equivalenti utilizzati esclusivamente ai fini del progetto;
  • gli altri costi di esercizio, compresi i costi dei materiali, delle forniture e di prodotti analoghi, direttamente imputabili al progetto;
  • le spese generali supplementari calcolate con tasso forfettario pari al 15% delle spese di personale.

Spesa massima: 250 mila euro
Spesa minima: 80 mila euro

Agevolazione e scadenza

Il contributo a fondo perduto erogato è pari al 50% delle spese ammissibili.

Il contributo viene erogato in un massimo di due tranche:

  • anticipo (fino ad un massimo del 40% subordinatamente al rilascio di idonea garanzia fideiussoria di pari importo);
  • saldo.

La procedura valutativa avverrà a sportello e il contributo non sarà cumulabile, per le medesime spese, con altre agevolazioni concesse e qualificabili come aiuti di stato, ivi incluse quelle concesse a titolo di “De minimis”.

Ai fini dell’ammissibilità alle agevolazioni, i progetti dovranno:

  • essere realizzati nell’ambito di sede operativa ubicata sul territorio lombardo;
  • essere avviati successivamente alla presentazione della domanda di partecipazione e dovranno essere realizzati entro 12 mesi dalla data di pubblicazione del decreto di concessione dell’agevolazione e comunque entro e non oltre il 31/05/2023, termine ultimo per la presentazione della rendicontazione.

Per definire la scadenza si resta in attesa del bando attuativo, pubblicheremo appena disponibile la data di riferimento.

 

 

Per rimanere sempre aggiornato sugli incentivi per le imprese, iscriviti alla nostra newsletter oppure unisciti al nostro canale Telegram!

 

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli Recenti

Categorie

Contattaci per maggiori informazioni

Gruppo Del Barba Consulting