Riapertura dei Bandi Marchi+, Brevetti+ e Disegni+

Home - Approfondimenti - Riapertura dei Bandi Marchi+, Brevetti+ e Disegni+
fondo brevetti innovazione marchi disegni

Riapertura dei Bandi Marchi+, Brevetti+ e Disegni+

Il MISE ha pubblicato le date di riapertura dei bandi “Brevetti+“, “Marchi+” e “Disegni+“, misure finalizzate alla valorizzazione dei titoli di proprietà intellettuale e alla promozione della capacità innovativa e competitiva delle imprese italiane.

Le micro, piccole e medie imprese potranno presentare la domanda di accesso agli incentivi, fino ad esaurimento delle risorse stanziate, a partire dal:

  • 30 gennaio 2020 per il bando Brevetti+ (dotazione 21,8 milioni di euro, gestita da Invitalia);
  • 27 maggio 2020 per il bando Disegni+4 (risorse pari a 13 milioni di euro, gestite da Unioncamere);
  • 10 giugno 2020 per il bando Marchi+3 (dotazione finanziaria di 3,5 milioni di euro, gestita da Unioncamere).

Brevetti +

La misura “Brevetti+” ha una dotazione di 21,8 milioni di euro, cui potranno aggiungersi le risorse del PON Imprese e Competitività a favore delle iniziative localizzate nelle regioni meno sviluppate.

La misura sostiene l’acquisto di servizi specialistici funzionali alla valorizzazione economica del brevetto e finalizzati alla produttività, redditività e sviluppo sul mercato. I beneficiari dell’agevolazione sono micro, piccole e medie imprese, comprese le start up innovative.

Le tipologie di investimento sono relative alle seguenti spese:

A) Industrializzazione e ingegnerizzazione

  • studio di fattibilità (specifiche tecniche con relativi elaborati, individuazione materiali, definizione ciclo produttivo, layout prodotto, analisi dei costi e dei relativi ricavi)
  • progettazione produttiva
  • studio, progettazione ed ingegnerizzazione del prototipo
  • realizzazione firmware per macchine controllo numerico
  • progettazione e realizzazione software solo se relativo al procedimento oggetto della domanda di brevetto o del brevetto
  • test di produzione
  • produzione pre-serie (solo se funzionale ai test per il rilascio delle certificazioni)
  • rilascio certificazioni di prodotto o di processo

B) Organizzazione e sviluppo

  • servizi di IT Governance
  • studi ed analisi per lo sviluppo di nuovi mercati geografici e settoriali
  • servizi per la progettazione organizzativa
  • organizzazione dei processi produttivi
  • definizione della strategia di comunicazione, promozione e canali distributivi

C) Trasferimento tecnologico

  • proof of concept
  • due diligence
  • predisposizione accordi di segretezza
  • predisposizione accordi di concessione in licenza del brevetto
  • costi dei contratti di collaborazione tra PMI e istituti di ricerca/università (accordi di ricerca sponsorizzati)
  • contributo all’acquisto del brevetto (solo per gli Spin Off e le start up innovative iscritte nel registro speciale al momento della presentazione della domanda di accesso)

Non sono ammissibili le componenti variabili del costo del brevetto (a titolo meramente esemplificativo: royalty, fee)

L’incentivo consiste in un contributo in conto capitale fino all’80% dei costi ammissibili, o pari al 100% delle spese per Spin-off universitari/accademici. Il contributo massimo è di 140.000 €.

Le domande di concessione devono essere presentate ad Invitalia a partire dalle ore 12.00 del 30 gennaio 2020, lo sportello rimarrà aperto fino ad esaurimento delle risorse finanziarie. Il 15% delle risorse stanziate è riservato alle Start Up Innovative, mentre il 5% è riservato ad aziende in possesso del Rating di Legalità.

Disegni +4

Il Bando “Disegni+4” ha una dotazione di 13 milioni di euro.

L’incentivo viene riconosciuto per l’acquisto di servizi specialistici finalizzati alla realizzazione e alla valorizzazione di un disegno/modello.
Il progetto riguarda un disegno/modello singolo o uno o più disegni/modelli appartenenti al medesimo deposito multiplo, registrati a decorrere dall’1 gennaio 2018, presso qualsiasi ufficio nazionale o regionale di proprietà intellettuale-industriale.

L’agevolazione Disegni+4 sostiene micro, piccole e medie imprese nell’acquisizione di servizi specialistici esterni relativi a 2 Fasi: Produzione e Commercializzazione. Il progetto può prevedere Fase 1 o Fase 2, oppure entrambi gli interventi.

  • Fase 1 – Produzione

La prima Fase è destinata all’acquisizione di servizi specialistici esterni volti alla valorizzazione di un disegno/modello per la messa in produzione e l’offerta sul mercato di nuovi prodotti a esso correlati.

  • Fase 2 – Commercializzazione

La seconda Fase è destinata all’acquisizione di servizi specialistici esterni, finalizzati alla valorizzazione di un disegno/modello, per la commercializzazione del titolo di proprietà industriale.

Le spese devono essere sostenute dopo la data di registrazione del disegno/modello e, in ogni caso, successivi al 3 dicembre 2019.

L’incentivo stanzia un contributo in conto capitale pari all’80% della spesa, differenziato per tipologia di spesa:

  • Fino ad un contributo massimo di 65.000 € per la fase produzione
  • Fino ad un importo massimo di 10.000 €  per la fase di commercializzazione

Lo sportello di Unioncamere per la presentazione delle domande sarà aperto a partire dalle ore 9.00 del 27 maggio 2020 e rimarrà aperto fino a esaurimento delle risorse messe in dotazione. Il 5% delle risorse finanziarie è riservata alle imprese in possesso del Rating di Legalità.

Marchi +3

Il Bando “Marchi+3” ha una dotazione di 3,5 milioni di euro e incentiva l’acquisto di servizi specialistici finalizzati alla registrazione di marchi europei ed internazionali. L’incentivo viene riconosciuto a micro, piccole e medie imprese titolari dei marchi, oggetto della domanda di agevolazione.

La misura si divide in 2 tipologie di agevolazione per favorire:

    • la registrazione di marchi dell’Unione Europea presso EUIPO (Misura A);
    • la registrazione di marchi internazionali presso OMPI (Misura B).

Le spese ammissibili sono relative a fatture e pagamenti effettuati prima della presentazione della domanda, a partire dal 1 Giugno 2016, e prevedono l’acquisto di servizi specialistici relativi a:

  • progettazione del marchio
  • assistenza per il deposito
  • ricerca di anteriorità
  • assistenza legale per azioni di tutela del marchio
  • tasse di deposito per la registrazione internazionale

L’agevolazione prevede un contributo a fondo perduto fino all’80%, elevato al 90% per USA e Cina, fino ad un contributo massimo di 6.000 € per le spese ammesse alla misura A e di un massimo di 7.000 € per le spese previste dalla misura B. Per uno stesso marchio è possibile cumulare i 2 tipi di agevolazione (A e B) fino ad un massimo di 20.000 €.

Lo sportello di Unioncamere per la presentazione delle domande aprirà a partire dalle ore 9.00 del 10 giugno 2020 e fino a esaurimento dei fondi. La procedura di valutazione avverrà in base all’ordine cronologico dell’arrivo delle domande.

 

 

Per essere sempre aggiornato sugli incentivi per le imprese, iscriviti alla nostra newsletter oppure unisciti al nostro canale Telegram!

 

Marchi+ e Brevetti+: incentivi per valorizzare i titoli di proprietà industriale

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli Recenti

Categorie

Contattaci per maggiori informazioni