PID, CCIAA Bologna: Bando voucher digitali I4.0

Home - Emilia-Romagna - PID, CCIAA Bologna: Bando voucher digitali I4.0
pid voucher digitali microinnovazione digitale toscana competence center made

PID, CCIAA Bologna: Bando voucher digitali I4.0

La CCIAA Bologna ha stanziato 510.000 € per il “Bando voucher digitali Impresa 4.0 – Anno 2021“, misura che prevede contributo a sostegno della digitalizzazione delle micro, piccole e medie imprese (PMI) attive e con sede localizzata in provincia di Bologna, in regola con il pagamento del diritto camerale ed il Durc.

L’obiettivo dei Voucher Pid previsti dalle Camere di Commercio ha le seguenti finalità:

  • sviluppare la capacità di realizzazione di progetti mirati all’introduzione di nuovi modelli di business 4.0 e modelli green oriented;
  • promuovere l’utilizzo, da parte delle MPMI della circoscrizione territoriale camerale, di servizi o soluzioni focalizzati sulle nuove competenze e tecnologie digitali in attuazione della strategia definita nel Piano Transizione 4.0;
  • favorire interventi di digitalizzazione ed automazione funzionali alla continuità operativa delle imprese durante l’emergenza sanitaria da Covid-19 e alla ripartenza nella fase post-emergenziale.

La misura finanzia progetti per l’acquisto di servizi di consulenza e/o formazione finalizzati all’implementazione di una o più tecnologie tra quelle previste dall’Elenco 1 e l’Elenco 2, nonchè di beni e servizi strumentali funzionali all’acquisizione delle tecnologie abilitanti.

Gli interventi di innovazione devono riguardare almeno una tecnologia di cui all’Elenco 1 ed eventualmente una o più tecnologie dell’Elenco 2.

  • Elenco 1 – utilizzo delle seguenti tecnologie, inclusa la pianificazione o progettazione dei relativi interventi:
    • robotica avanzata e collaborativa,
    • interfaccia uomo-macchina,
    • manifattura additiva e stampa 3D,
    • prototipazione rapida,
    • internet delle cose e delle macchine,
    • cloud, fog e quantum computing,
    • cyber security e business continuity,
    • big data e analytics,
    • intelligenza artificiale,
    • blockchain,
    • soluzioni tecnologiche per la navigazione immersiva, interattiva e partecipativa,
    • simulazioni e sistemi cyberfisici,
    • integrazione verticale e orizzontale,
    • soluzioni tecnologiche digitali di filiera per l’ottimizzazione della supply chain,
    • soluzioni tecnologiche per la gestione e il coordinamento dei processi aziendali con elevate caratteristiche di integrazione delle attività,
    • sistemi di e-commerce,
    • sistemi per lo smart working e il telelavoro,
    • soluzioni tecnologiche digitali per l’automazione del sistema produttivo e di vendita per favorire forme di distanziamento sociale legate all’emergenza sanitaria,
    • connettività a Banda Ultralarga.
  • Elenco 2 – utilizzo di tecnologie digitali propedeutiche o complementari a quelle di cui all’Elenco 1:
    • sistemi di pagamento mobile e/o via Internet,
    • sistemi fintech,
    • sistemi EDI, electronic data interchange,
    • geolocalizzazione,
    • tecnologie per l’in-store customer experience,
    • system integration applicata all’automazione dei processi,
    • tecnologie della Next Production Revolution (NPR),
    • programmi di digital marketing,
    • soluzioni tecnologiche per la transizione ecologica.

Non sono ammesse le imprese a cui sono stati assegnati i contributi a valere sul “Bando voucher digitali I4.0 – annualità 2020” della CCIAA di Bologna ed hanno presentato la relativa rendicontazione nei termini.

Tipologie di spese ammesse al Voucher PID della CCIAA di Bologna

Le spese possono essere sostenute a partire dal 1° gennaio 2021 fino al 120° giorno successivo alla data di comunicazione all’impresa del provvedimento di concessione, relative a:

  • servizi di consulenza e/o formazione relativi a una o più tecnologie tra quelle previste dal presente bando. Tali spese devono rappresentare almeno il 30% dei costi ammissibili;
  • acquisto, canoni e noleggi di beni e servizi strumentali, inclusi dispositivi e spese di connessione, funzionali all’acquisizione delle tecnologie abilitanti previste dal bando. I canoni e i noleggi sono ammissibili se riferiti e pagati nel periodo di competenza del presente bando. Sono esclusi i costi per leasing finanziario.
  • spese per l’abbattimento degli oneri di qualunque natura (quali spese di istruttoria, interessi, premi di garanzia, ecc.) relativi a finanziamenti, anche bancari, per la realizzazione di progetti di innovazione digitale riferiti agli ambiti tecnologici di cui al presente bando. Tali spese non possono superare il limite del 10% del costo totale del progetto finanziato.

Agevolazione prevista dal Voucher PID Bologna

Il Bando voucher digitali Impresa 4.0 – PID Bologna prevede un contributo a fondo perduto, sotto forma di voucher, pari al 50% delle spese ammesse e fino ad un importo massimo concedibile pari a 10.000 €.

L’importo di spesa minima deve essere almeno pari a 5.000 €.

Scadenza Voucher PID Bologna

Lo sportello per la presentazione delle domande aprirà dalle ore 10:00 del 15 luglio alle ore 13:00 del 30 luglio 2021, salvo chiusura anticipata per esaurimento dei fondi in dotazione.

I progetti saranno valutati in base ad una procedura valutativa a sportello secondo l’ordine cronologico di presentazione della domanda. Ciascuna impresa può presentare una sola richiesta di contributo.

Alla domanda per l’ammissibilità a contributo, dovranno essere allegati:

  • i preventivi di spesa ammessi per l’abbattimento degli oneri di qualunque natura relativi a finanziamenti, anche bancari, e gli eventuali piani di finanziamento per la realizzazione di progetti di innovazione digitale riferiti agli ambiti tecnologici, redatti in euro e in lingua italiana o accompagnati da una sintetica traduzione e intestati all’impresa richiedente e dagli stessi si devono evincere con chiarezza le singole voci di costo (i preventivi di spesa dovranno essere predisposti su propria carta intestata da soggetti regolarmente abilitati, non saranno ammessi auto-preventivi);
    • il “Report di self-assessment di maturità digitale – impresa 4.0” compilato sul sito PID aggiornato nell’anno 2021.

Il bando voucher digitali Impresa 4.0 della CCIAA di Bologna prevede riconosce una premialità alle imprese in possesso del Rating di legalità.

 

 

Per rimanere sempre aggiornato sugli incentivi per la digitalizzazione delle PMIiscriviti alla nostra newsletter oppure unisciti al nostro canale Telegram!

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli Recenti

Categorie

Contattaci per maggiori informazioni

Gruppo Del Barba Consulting