Credito d’imposta commercio elettronico per imprese agricole e agroalimentari 2021-2023

Home - Nazionale - Credito d’imposta commercio elettronico per imprese agricole e agroalimentari 2021-2023
Credito d'imposta imprese agricole

Credito d’imposta commercio elettronico per imprese agricole e agroalimentari 2021-2023

Con lo scopo di sviluppare e potenziare le attività commerciali delle imprese agricole e agroalimentari e favorire nuove opportunità in particolare per quanto riguarda il commercio extranazionale è stato messo a disposizione il credito d’imposta in oggetto per gli anni 2021, 2022 e 2023.

Potranno accedere alla misura le reti di imprese agricole e agroalimentari, anche costituite in forma cooperativa o riunite in consorzi o aderenti ai disciplinari delle “strade del vino”.

Per imprese agricole si intendono le Imprese che producono prodotti agricoli di cui all’Allegato I del TFUE.
Per imprese agroalimentari si intendono le Piccole e Medie Imprese che producono prodotti agroalimentari non ricompresi nell’Allegato I del TFUE.

Per rete di impresa si intende:

  • rete contratto: priva di autonoma soggettività giuridica;
  • rete soggetto: dotata di autonoma soggettività giuridica.

Attività e spese ammissibili

Risultano idonei alla richiesta di credito d’imposta gli investimenti per:

  • realizzazione o ampliamento di infrastrutture informatiche finalizzate al potenziamento del commercio elettronico, con particolare riferimento al miglioramento delle potenzialità di vendita a distanza a clienti finali residenti fuori del territorio nazionale, per la creazione, ove occorra, di depositi fiscali virtuali nei Paesi esteri per favorire la stipula di accordi con gli spedizionieri doganali, anche ai fini dell’assolvimento degli oneri fiscali;
  • attività e progetti legati all’incremento delle esportazioni.

Per quanto riguarda le spese, sono ammissibili nello specifico quelle relative a:

  • dotazioni tecnologiche;
  • software;
  • progettazione e implementazione;
  • sviluppo database e sistemi di sicurezza.

L’effettività del sostenimento della spesa e della destinazione al potenziamento del commercio elettronico deve risultare da apposita attestazione rilasciata dal presidente del collegio sindacale o da un revisore legale o da un professionista iscritto all’albo dei dottori commercialisti e esperti contabili, o dal responsabile CAAF.

Agevolazione e scadenza del Credito d’imposta commercio elettronico per imprese agricole e agroalimentari

É previsto credito d’imposta, da utilizzare in compensazione con F24, pari al 40% delle spese sostenute e comunque nel limite di:

  • € 50.000 per gli investimenti realizzati da Piccole e Medie Imprese  operanti nella produzione primaria di prodotti agricoli;
  • € 25.000,00 per gli investimenti realizzati dalle Grandi Imprese operanti nella produzione primaria di prodotti agricoli;
  • € 50.000,00, nell’arco di 3 esercizi finanziari, per gli investimenti realizzati dalle Piccole e Medie Imprese agroalimentari.

Presentazione della Comunicazione all’AdE:

  • dal 20 settembre 2022 al 20 ottobre 2022, per investimenti realizzati nel 2021;
  • dal 15 febbraio 2023 al 15 marzo 2023, per investimenti realizzati nel 2022;
  • dal 15 febbraio 2024 al 15 marzo 2024, per investimenti realizzati nel 2023.

 

 

Per essere sempre aggiornato sugli incentivi dedicati alle imprese iscriviti alla nostra newsletter oppure unisciti al nostro canale Telegram!

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli Recenti

Categorie

Contattaci per maggiori informazioni

Gruppo Del Barba Consulting