Credito d’imposta caro-carburante, aiuti per autotrasportatori del settore logistica e trasporto merci conto terzi

Home - Nazionale - Credito d’imposta caro-carburante, aiuti per autotrasportatori del settore logistica e trasporto merci conto terzi
credito d'imposta caro-carburante

Credito d’imposta caro-carburante, aiuti per autotrasportatori del settore logistica e trasporto merci conto terzi

Aggiornamento 05/09/22 – La Direzione Generale per la Sicurezza Stradale e l’Autotrasporto ha comunicato le date di apertura dello sportello per la presentazione delle domande: invio a partire dal 12 settembre.


Incentivi per gli autotrasportatori colpiti dal caro-carburante: credito d’imposta al 28% per l’acquisto di gasolio nel primo trimestre 2022. Lo stanziamento per il 2022 è pari a 497 milioni di euro.

Chi può beneficiare del credito d’imposta caro-carburante

Il credito d’imposta caro-carburante è rivolto alle imprese iscritte all’Albo nazionale degli autotrasportatori e al Registro nazionale, impegnate in attività di logistica e trasporto merci per conto terzi. L’applicazione dell’incentivo è limitata ai veicoli di massa totale pari o superiore a 7,5 tonnellate, con motori diesel di categoria Euro 5 o superiore.

In cosa consiste il credito d’imposta caro-carburante

Il contributo consiste in un credito d’imposta pari al 28% della spesa sostenuta nel primo trimestre del 2022 per l’acquisto di gasolio, impiegato in veicoli di categoria euro V o superiore.

È ammesso il cumulo con altre agevolazioni con i medesimi costi, a condizione che tale cumulo non porti al superamento del costo sostenuto (tenuto conto anche della non concorrenza alla formazione del reddito e della base imponibile dell’imposta regionale sulle attività produttive).

Si applica il “Quadro temporaneo di crisi per misure di aiuto di Stato a sostegno dell’economia a seguito dell’aggressione della Russia contro l’Ucraina”.

Presentazione della domanda

Sarà possibile presentare domanda a partire dal 12 settembre 2022 e fino a 30 giorni successivi. Le richieste potranno essere inviate sulla piattaforma informatica dedicata dell’Agenzia delle dogane e dei monopoli.

L’accesso alla piattaforma avverà tramite SPID e sarà necessario comunicare le seguenti informazioni:

Fatture

  • Identificativo SDI fattura;
  • Tipo fattura (CARB/NO CARB);
  • Importo fattura;
  • Importo a rimborso (quota parte dell’importo utilizzato per i veicoli Euro V e VI o totale dell’importo fattura);

Targhe

  • Identificativo SDI fattura;
  • Targa;
  • Contratto di noleggio, se presente;
  • Codice paese automezzo.

Il credito d’imposta è utilizzabile esclusivamente in compensazione tramite modello F24 dopo 10 giorni dalla trasmissione da parte di Consap s.p.a all’Agenzia delle Entrate dell’elenco delle imprese ammesse a fruire dell’agevolazione con il relativo importo del credito d’imposta concesso.

 

 

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli Recenti

Categorie

Contattaci per maggiori informazioni

Gruppo Del Barba Consulting