--> Contributi a sostegno delle imprese danneggiate dalla guerra in Ucraina -->

Contributi a sostegno delle imprese danneggiate dalla guerra in Ucraina

Home - Nazionale - Contributi a sostegno delle imprese danneggiate dalla guerra in Ucraina
imprese danneggiate simest export internazionalizzazione imprese esportatrici parma expo dubai guerra ucraina

Contributi a sostegno delle imprese danneggiate dalla guerra in Ucraina

Aggiornamento 03/11/22: pubblicato in Gazzetta Ufficiale n. 255 del 31 ottobre 2022 il decreto attuativo del MISE relativo alla misura dedicata alle imprese italiane danneggiate dalla crisi in Ucraina.

Le piccole e medie imprese che hanno subito ripercussioni economiche negative a causa della guerra e delle sanzioni imposte dall’Ue potranno richiedere il contributo a partire dal 10 novembre 2022.


Firmato il decreto che mette a disposizione la somma di 120 milioni di euro per le imprese che sono state danneggiate dalla guerra in Ucraina, a causa dei mancati ricavi dovuti alla contrazione della domanda, all’interruzione dei contratti, all’aumento dei costi delle materie prime.

Il Ministro dello Sviluppo Economico Giancarlo Giorgetti dichiara:

“L’intervento consente di supportare quelle imprese che per prime hanno subito gli effetti del conflitto in Ucraina, sia in termini di calo del fatturato che di aumento dei costi delle materie prime. “Salvaguardare l’operatività dei nostri settori produttivi – aggiunge – è stata la priorità che ci ha portato a istituire al Mise una task force e un fondo dedicati a sostenere le imprese danneggiate dalla crisi ucraina”.

 

In cosa consiste l’incentivo e quali sono le imprese beneficiarie

L’agevolazione è finalizzata a fronteggiare le ripercussioni economiche negative per le imprese nazionali derivanti dalla crisi internazionale in Ucraina, che si sono tradotte in perdite di fatturato derivanti dalla contrazione della domanda, dall’interruzione di contratti e progetti esistenti e dalla crisi nelle catene di approvvigionamento.

La misura offre un contributo a fondo perduto, fino ad un massimo di 400.000 €, alle imprese con sede legale o operativa in Italia:

  • che negli ultimi due bilanci depositati almeno il 20% del fatturato è collegato a operazioni commerciali in Ucraina, Russia e Bielorussia, compreso l’approvvigionamento di materie prime e semilavorati.
  • che hanno subito nel corso dell’ultimo trimestre un calo di fatturato di almeno il 30% rispetto all’analogo periodo del 2019 (per le aziende costituite dopo il 1 gennaio 2020 il confronto sarà con il 2021).

Il contributo è calcolato applicando una percentuale pari alla differenza tra l’ammontare medio dei ricavi relativi all’ultimo trimestre anteriore al 18 maggio 2022 e l’ammontare dei medesimi ricavi riferiti al corrispondente trimestre del 2019, determinata come segue:

  • 60% per i soggetti con ricavi non superiori a 5 milioni di euro e relativi al periodo d’imposta 2019;
  • 40% per i soggetti con ricavi relativi al periodo d’imposta 2019 superiori a 5 milioni di euro e fino a 50 milioni di euro.

Per le imprese costituite dal 1° gennaio 2020 il periodo di imposta di riferimento è quello relativo all’anno 2021.

Quando presentare domanda per accedere ai contributi dedicati alle imprese danneggiate dalla guerra in Ucraina

Sarà possibile presentare istanza, esclusivamente per via telematica, a partire dalle ore 12.00 del giorno 10 novembre 2022 ed entro le ore 12.00 del giorno 30 novembre 2022.

Ciascun soggetto può presentare una sola istanza.

 

 

Per essere sempre aggiornato sugli incentivi per le imprese, iscriviti alla nostra newsletter oppure unisciti al nostro canale Telegram!

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli Recenti

Categorie

Contattaci per maggiori informazioni

Gruppo Del Barba Consulting