Regione Emilia Romagna: Bando 2021 per la concessione di contributi per il sostegno alle imprese produttive nelle aree montane

Home - Emilia-Romagna - Regione Emilia Romagna: Bando 2021 per la concessione di contributi per il sostegno alle imprese produttive nelle aree montane
Bando aree montane Emilia Romagna 2021

Regione Emilia Romagna: Bando 2021 per la concessione di contributi per il sostegno alle imprese produttive nelle aree montane

La Regione Emilia Romagna mette a disposizione delle imprese idonee alla richiesta di contributo, il Bando aree montane per l’anno 2021. La misura ha lo scopo di sostenere le imprese produttive con sede o unità locale in uno dei comuni interessati.

Risultano beneficiarie della misura le imprese aventi qualsiasi forma giuridica, che risultano iscritte nel registro delle imprese presso la Camera di Commercio competente per territorio, e che hanno la sede o l’unità locale oggetto dell’intervento in uno dei Comuni montani elencati nella Scheda.

Le imprese di trasformazione aventi codice Ateco C.10 devono avere un numero di Unità Lavorative Aziendali fino a 15 al momento della presentazione della domanda. Sono escluse le imprese del settore della pesca, dell’acquacoltura e del settore della produzione primaria dei prodotti agricoli.

Attività e spese ammissibili per l’accesso al Bando aree montane Emilia Romagna 2021

Risultano finanziabili i seguenti interventi:

  • riqualificazione, ristrutturazione e/o ampliamento di edifici e strutture, relative pertinenze, nelle quali il beneficiario svolge l’attività alla data della domanda;
  • acquisto, riqualificazione, ristrutturazione e/o ampliamento di edifici e strutture, e relative pertinenze, dismesse nelle quali il beneficiario si impegna a svolgere l’attività quale futura sede legale o unità locale dell’impresa;
  • investimenti in macchinari, attrezzature e relativi impianti candidati da un’impresa.

Sono ammesse le spese successive alla presentazione della domanda, relative a:

  • investimenti in attivi materiali (terreni, immobili e impianti, macchinari e attrezzature) e/o immateriali (diritti di brevetto, licenze, know-how o altre forme di proprietà intellettuale) ed in opere di ristrutturazione edilizia ed impiantistica;
  • opere di edilizia e di impiantistica sono ammissibili al costo previsto dal computo metrico, al netto delle decurtazioni operate in sede di valutazione del progetto;
  • costi di progettazione degli interventi edilizi ed impiantistica nel limite del 10% dei costi totali.

La spesa minima ammissibile deve ammontare a € 25.000.

Agevolazione e scadenza

Per le imprese e i progetti sopraelencati che possiedono i requisiti richiesti è previsto un contributo a fondo perduto nella misura pari al 70% delle spese ritenute ammissibili. Il contributo complessivo concedibile non potrà superare l’importo massimo di € 150.000.

Le domande di contributo possono essere presentate entro e non oltre il 16 settembre 2021.

 

 

 

Per rimanere sempre aggiornato sugli incentivi iscriviti alla nostra newsletter oppure unisciti al nostro canale Telegram!

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli Recenti

Categorie

Contattaci per maggiori informazioni

Gruppo Del Barba Consulting