CCIAA Modena Bando Alluvione: riapertura dei termini di presentazione delle domande

Home - Emilia-Romagna - CCIAA Modena Bando Alluvione: riapertura dei termini di presentazione delle domande
Bando Alluvione Emilia Romagna

CCIAA Modena Bando Alluvione: riapertura dei termini di presentazione delle domande

Con il Bando Alluvione la Camera di Commercio di Modena mette a disposizione delle imprese colpite dall’alluvione del 6 dicembre 2020 contributi a fondo perduto.

La misura è volta a supportare le imprese colpite che hanno sostenuto spese al fine di ripristinare le condizioni per svolgere la propria attività.

Beneficiari e attività ammissibili per accedere al Bando Alluvione della CCIAA Modena

Possono beneficiare del contributo le micro, piccole o medie imprese che esercitano un’attività del settore commercio o servizi, manifatturiero e costruzioni:

  • con sede e/o unità locale nei Comuni di Modena, Nonantola, Castelfranco Emilia o Campogalliano;
  • che hanno subito danni a seguito dell’alluvione del 6 dicembre 2020;
  • in regola col Durc.

La misura copre tutti gli interventi di bonifica per i danni subiti dall’alluvione, atti a ristabilire il funzionamento di macchinari e sostituire macchine, arredi o attrezzature danneggiate.

Spese ammissibili e agevolazione

Il Bando Alluvione della CCIAA Modena copre le spese successive al 06/12/2020, relative a costi di trasporto, montaggio, smontaggio e smaltimento usato.
In caso di ritiro dell’usato, se evidenziato in fattura a riduzione del prezzo, la spesa ammissibile è quella al netto del valore di ritiro.

La spesa minima sostenuta dovrà essere di € 1.000.

Il contributo a fondo perduto previsto risulta pari al 50% delle spese sostenute, con un contributo massimo: €5.000.

Apertura Sportello e informazioni utili

L’apertura dello sportello per la presentazione domande è previsto: dalle ore 8.00 del 29/03/2021 alle ore 20.00 del 30/04/2021.

Viene applicato il Regolamento UE n. 1407/2013 regime “de minimis”. Inoltre è ammessa una sola domanda per impresa, ed è previsto un divieto di cumulo sulle stesse spese.

Sono esclusi dal contributo:

  • i danni subiti dalle imprese che già beneficiano dei contributi di altre amministrazioni e enti pubblici per calamità naturali, per la parte già coperta dalle stesse;
  • i danni subiti dalle imprese che già beneficiano di polizze assicurative, per la parte già coperta dalle stesse.

 

 

Per essere sempre aggiornato sugli incentivi dedicati alle imprese, iscriviti alla nostra newsletter oppure unisciti al nostro canale Telegram!

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli Recenti

Categorie

Contattaci per maggiori informazioni

Gruppo Del Barba Consulting