Contributi per progetti che prevedono l’impiego di ricercatori in Veneto

Home - Veneto - Contributi per progetti che prevedono l’impiego di ricercatori in Veneto
ricercatori veneto
in

Contributi per progetti che prevedono l’impiego di ricercatori in Veneto

Il “Bando per il sostegno a progetti di ricerca che prevedono l’impiego di ricercatori” della Regione Veneto prevede nuovi contributi a fondo perduto per sostenere l’inserimento in azienda di ricercatori e favorire ricerca, sviluppo e meccanismi di innovazione delle micro, piccole e medie imprese con sede operativa in Veneto.

Tipologie di investimento ammesse al bando

L’obiettivo del bando è finalizzato all’assunzione di ricercatori dottori di ricerca e laureati magistrali con profili tecnico scientifici – da impiegare in attività di ricerca e sviluppo o innovazione. I progetti R&S devono riguardare i seguenti ambiti di specializzazione della RIS3 (Research and Innovation Strategies for Smart Specialization):

  • Smart agrifood
  • Sustainable living
  • Smart manufacturing
  • Creative industries

Gli investimenti ammessi, sostenuti dopo la presentazione della domanda, devono essere relativi a:

  1. Nuovo personale di ricerca e sviluppo:
    • uno o più ricercatori assunti dall’azienda a tempo determinato o indeterminato, con contratto di lavoro dipendente sottoscritto in data successiva alla presentazione della domanda e inquadrato con mansioni di attività di ricerca e sviluppo (senza sostituire altro personale già impiegato dal soggetto beneficiario). Sono previsti massimali di costo in base al livello di inquadramento.
    • uno o più ricercatori assunti dall’azienda con contratto di apprendistato di alta formazione e ricerca, sottoscritto in data successiva alla presentazione della domanda e che prevedono un tutor aziendale dedicato al progetto (senza sostituire altro personale già impiegato dal soggetto beneficiario).
  2. Costi correlati alla ricerca e sviluppo: utilizzo di attrezzature tecnico-specialistiche, consulenze specialistiche e servizi esterni di carattere tecnico-scientifico, materiali e componenti direttamente imputabili per la realizzazione di un prototipo connesso al progetto.
  3. Spese generali supplementari: costi di esercizio, materiali e forniture.

Il contributo copre i costi per massimo di 3 ricercatori, in base ai seguenti ambiti di progetto:

  • Ricerca industriale: da un importo minimo di 80.000 €, fino ad un massimo di 350.000 €;
  • Sviluppo sperimentale: spesa minima di 40.000 €, fino a un investimento pari a 200.000 €;
  • Innovazione di processo: importo minimo di spesa pari a 20.000 €, fino ad un contributo massimo di 100.000 €.

Agevolazione per le MPMI venete

Il bando prevede un contributo a fondo perduto determinato in base alla dimensione aziendale ed alla tipologia di attività:

  • Ricerca industriale: contributo pari al 70% della spesa per piccole imprese, 60% per le medie imprese;
  • Sviluppo sperimentale: incentivo del 45% per le piccole imprese, 35% per le medie imprese;
  • Innovazione di processo: contributo del 50% per le piccole imprese, 50% per le medie imprese.

L’agevolazione prevede una maggiorazione del 5% nel caso in cui i risultati del progetto siano ampiamente diffusi attraverso conferenze, pubblicazioni e banche dati.

Scadenza del Bando 

Lo sportello per la presentazione della domande aprirà il 21 giugno e rimarrà aperto fino al 6 agosto 2019.

 

 

Per rimanere sempre aggiornato sulle opportunità disponibili in ambito di finanza agevolata iscriviti alla nostra newsletter.

 

Nuovi contributi per gli investimenti produttivi delle MPMI del Veneto

Veneto: contributi a sostegno di progetti sviluppati da aggregazioni di imprese

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli Recenti

Categorie

Contattaci per maggiori informazioni