Nuovi incentivi dalla Camera di Commercio di Brescia

Home - Lombardia - Nuovi incentivi dalla Camera di Commercio di Brescia
decreto agosto imprese

Nuovi incentivi dalla Camera di Commercio di Brescia

La Camera di Commercio di Brescia ha pubblicato 8 nuovi bandi. Le misure mettono a disposizione degli incentivi per start up e PMI, anche del settore turistico e dell’agricoltura. Per ciascun bando è prevista una riserva di risorse destinata alle imprese in possesso del rating di legalità.

Incentivi per la partecipazione a fiere

Sono 2 i bandi della Camera di Commercio di Brescia a sostegno della partecipazione a manifestazioni fieristiche:

1. Contributi a micro PMI agricole, industriali, artigiane, commerciali, dei servizi per la partecipazione a manifestazioni fieristiche che si svolgono in Regione Lombardia

Il primo bando incentiva la partecipazione in qualità di espositori a:

  • fiere e mostre con qualifica nazionale o internazionale che si svolgono in Regione Lombardia
  • fiere e mostre organizzate e/o promosse dagli organismi partecipati dalla CCIAA di Brescia
  • incontri di affari (matching, workshop, ecc.) a valenza nazionale o internazionale

La finestra per partecipare al Bando a sostegno di fiere svolte in Lombardia, aprirà dal 3 marzo al 9 marzo 2020.

2. Contributi a micro PMI agricole, industriali, artigiane, commerciali, dei servizi per la partecipazione a manifestazioni fieristiche che si svolgono in Italia

Il secondo finanzia la partecipazione in qualità di espositori a:

  • fiere e mostre con qualifica nazionale o internazionale che si svolgono in Italia (escluse quelle svolte in Lombardia)
  • fiere e mostre organizzate e/o promosse dagli organismi partecipati dalla CCIAA di Brescia
  • incontri di affari a valenza nazionale o internazionale

Lo sportello del Bando della CCIAA di Brescia, per la partecipazione a fiere svolte in Italia, aprirà dal 24 febbraio al 2 marzo 2020.

Entrambi i 2 bandi si rivolgono a micro, piccole e medie imprese con sede legale o unità operativa in provincia di Brescia, appartenenti ai seguenti settori:

  • industria: con meno di 250 dipendenti;
  • commercio, turismo, servizi e agricoltura: numero dipendenti non superiori a 40;
  • imprese artigiane.

Le fiere devono essere svolte nel periodo compreso tra il 1° agosto ed il 31 dicembre 2019. Le spese sostenute per la partecipazione a fiere sono relative al noleggio dell’area espositiva e l’allestimento dello stand. L’investimento minimo deve essere pari ad almeno 700 €, per entrambe le tipologie di bando.

Le 2 misure prevedono un contributo a fondo perduto pari al 50% delle spese ammissibili, fino ad un importo massimo erogabile di 3.500 €.

Bando per contributi a favore delle nuove imprese – start up d’impresa

La misura finanzia le micro, piccole e medie imprese di Brescia (iscritte al Registro Imprese nel corso dell’anno 2019) che sosterranno spese connesse alla creazione di nuove imprese.

L’investimento minimo del progetto deve essere pari ad almeno 1.500 €. Le spese ammesse, sostenute nel corso del 2019, riguardano:

  • onorari notarili e costi relativi alla costituzione d’impresa;
  • parcelle di professionisti per prestazioni collegate all’avvio d’impresa;
  • acquisto di beni strumentali, macchinari, attrezzature, arredi nuovi;
  • automezzi nuovi di unica immatricolazione intestati all’impresa, risultanti fra i cespiti di bilancio e indispensabili allo svolgimento dell’attività;
  • impianti generali, incluso montaggio e manodopera;
  • quote iniziali del contratto di franchising;
  • acquisto e sviluppo di software gestionale, professionale e altre applicazioni aziendali (esclusi i canoni di abbonamento);
  • acquisto di hardware;
  • registrazione e sviluppo di marchi e brevetti e relative spese per consulenze specialistiche;
  • costi di pubblicità limitatamente ai seguenti casi: messaggi pubblicitari su radio, TV, cartellonistica, social network, banner su siti di terzi, Google AdWords (costi di pubblicazione inclusi);
  • realizzazione di materiale promozionale limitatamente ai seguenti casi: brochure, cataloghi, gadget;
  • realizzazione del sito d’impresa, esclusi i costi dei successivi interventi di restyling;
  • ricerche di mercato relative all’analisi di settore e ai potenziali segmenti di mercato;
  • consulenza e servizi specialistici nelle aree marketing, logistica, produzione, personale, organizzazione e sistemi informativi, economico-finanziaria, contrattualistica, acquisizione di servizi di mentoring aventi lo scopo di supportare l’imprenditore nella gestione nei primi 3 anni di attività.

L’agevolazione concede un contributo a fondo perduto pari al 50% delle spese, fino ad un massimo di 3.500 €. Lo sportello per la presentazione domande aprirà dal 18 febbraio al 24 febbraio 2020.

Contributi alle micro PMI bresciane per e-commerce, temi ambientali, sistemi di sicurezza

La misura sostiene gli investimenti effettuati, acquistati ed installati, dal 2 gennaio 2019 al 31 dicembre 2019 relativi a: Azioni per la comunicazione web (Misura 1), Tecnologie per la sicurezza per la prevenzione di atti criminosi (Misura 2), Riduzione consumi energetici ed impatto ambientale e rifiuti (Misura 3).

L’incentivo è dedicato alle micro, piccole e medie imprese con sede in provincia di Brescia, appartenenti ai seguenti settori:

  • industria: con meno di 70 dipendenti;
  • commercio: con meno di 20 dipendenti;
  • turismo: con meno di 50 dipendenti.

Le spese ammesse sono suddivise in base alla tipologia di intervento (Misure 1-2-3) , relative a:

  • Misura 1: progettazione e realizzazione di siti web aziendali e piattaforme e-commerce, per lo sviluppo di azioni di web marketing dei propri prodotti, anche attraverso social media marketing, direct e-mail marketing e mailing list.
  • Misura 2: impianti antintrusione, impianti anti-taccheggio e vetri antisfondamento.
  • Misura 3: attrezzature per il lavaggio delle stoviglie, attrezzature per il freddo e/o per il caldo, attrezzature per la produzione di energia da fonti rinnovabili, interventi finalizzati a migliorare la gestione energetica.

Il Bando per l’e-commerce, la tutela dell’ambiente e la sicurezza, stanzia un contributo a fondo perduto pari al 50% del costo sostenuto, su una spesa minima pari ad almeno 1.000 €. Il contributo massimo è di 2.500 € per ogni impresa. Si potrà presentare domanda a partire da martedì 3 dicembre e fino a lunedì 9 dicembre 2019, entro le ore 16.

Incentivi per lo sviluppo tecnologico delle imprese agricole

Il Bando “Contributi alle imprese agricole per l’acquisto di sistemi informatici, l’attivazione di siti internet e per la diffusione delle tecnologie digitali rivolte all’e-commerce, per l’acquisto di attrezzature ed impianti a tema ambientale e per la sicurezza” è dedicato alle micro, piccole e medie imprese con sede legale e/o unità operativa in provincia di Brescia, appartenenti al settore agricoltura.

Gli investimenti si suddividono in 4 tipologie di interventi, che devono essere sostenuti e conclusi dal 2 gennaio 2019 al 31 dicembre 2019.

  • Misura 1 “Azioni per la comunicazione web”: acquisto e installazione di strumenti informatici, hardware o software, nonchè la progettazione e realizzazione di siti web aziendali, anche di e-commerce, per lo sviluppo di azioni di web marketing dei propri prodotti, anche attraverso social media marketing, direct email marketing e mailing list.
  • Misura 2 “E-Commerce”: realizzazione di portali Internet per la vendita per via telematica di prodotti e servizi e per le transazioni commerciali con altre aziende.
  • Misura 3 “Tecnologie per la prevenzione di atti criminosi”: impianti antintrusione, impianti anti taccheggio, vetri antisfondamento, telecamere, cassaforte, armadi blindati.
  • Misura 4 “Riduzione consumi energetici ed impatto ambientale e rifiuti”: attrezzature per il lavaggio delle stoviglie, attrezzature per il freddo per uso professionale cat. A+ o A++, attrezzature per il caldo cioè forni elettrici o micro onde per uso professionale o di cat. A, attrezzature per la produzione di energia da fonti rinnovabili, interventi finalizzati a migliorare la gestione energetica, riduzione dei rifuti.

La misura concede un contributo del 50% dei costi, su un investimento minimo ammissibile pari ad almeno 1.000 €. Il contributo massimo erogabile è pari a 2.500 €. Lo sportello per la presentazione delle domande aprirà da martedì 10 dicembre a venerdì 13 dicembre 2019, fino alle ore 16.

Contributi a PMI operanti in tutti i settori economici per la formazione e l’aggiornamento professionale

Il bando si rivolge a micro, piccole e medie imprese con sede legale o operativa in provincia di Brescia, appartenenti ai seguenti settori:

  • industria: con meno di 200 dipendenti
  • commercio, turismo, servizi e agricoltura: numero dipendenti non superiori a 40
  • imprese artigiane: con fatturato annuo non superiore ai 7 milioni di euro

La misura finanzia la partecipazione a corsi, seminari di formazione e aggiornamento professionale svolti in Italia e realizzati dal 2 gennaio 2019 al 31 dicembre 2019. I corsi devono essere seguiti dal titolare, legale rappresentante, amministratore, socio lavoratore, dirigente d’azienda, quadro, dipendente e collaboratore familiare aziendale ed essere congrui con l’oggetto sociale e l’attività d’impresa. Dall’agevolazione sono esclusi i corsi di formazione obbligatoria ma è ammesso il cumulo delle spese per più corsi di formazione.

Il bando prevede un contributo a fondo perduto pari al 50% delle spese ammissibili, fino ad un massimo di 3.500 €.
Lo sportello per la presentazione della domanda aprirà dall’11 febbraio al 17 febbraio 2020.

Incentivi a sostegno della filiera turistica

Sono 2 i bandi della Camera di Commercio di Brescia che sostengono le imprese localizzate nella provincia di Brescia, negli investimenti del settore turistico:

1. Contributi per investimenti per la realizzazione di progetti collettivi per la promozione di filiere turistiche e storiche

Il Bando incentiva la promozione turistica, attraverso un contributo a fondo perduto per le micro, piccole e medie imprese aggregate.

La misura finanzia la realizzazione di progetti collettivi che aggreghino più imprese, per potenziare l’attrattività del territorio e migliorare l’offerta turistica, attraverso la promozione della produzione locale e le attività imprenditoriali storiche. Gli investimenti sono finalizzati al rafforzamento dell’identità del territorio e alla sua promozione in ambito locale, nazionale ed internazionale. Ogni progetto deve essere condiviso da una aggregazione di almeno 3 imprese.

L’agevolazione prevede un contributo pari al 50% del costo sostenuto, fino ad un importo massimo erogabile di 10.000 €, per ogni progetto aggregato. Lo sportello per la presentazione delle domande sarà aperto da lunedì 13 gennaio a mercoledì 15 gennaio 2020.

2. Bando per contributi per investimenti a supporto della riqualificazione delle PMI della filiera turistica

La misura è dedicata alle micro, piccole e medie imprese appartenenti al settore turistico con codice Ateco 55 “Alloggio” e finanzia gli interventi realizzati e conclusi nel periodo che va dal 2 gennaio 2019 al 31 dicembre 2019.

Le spese ammesse sono relative a:

  • acquisizione di infrastrutture informatiche, dotazioni telematiche, software gestionali, sistemi ERP, sistemi di business intelligence e business analytics, sistemi CRM, gestione delle pagine web/social, sistemi di cassa evoluti, sistema gestione comande, software di acquisizione documentale, digital signage;
  • acquisto di servizi di comunicazione e di promozione finalizzati alla presenza telematica dell’impresa ovvero all’integrazione, al completamento o al miglioramento qualitativo di tale presenza (es. attivazione di SEM, SEO e social media marketing);
  • spese per consulenza relativa alla presenza telematica dell’impresa o diretta a rafforzare la digitalizzazione dell’impresa;
  • acquisizione di tecnologie volte all’efficientamento energetico, alla riduzione di consumi di acqua potabile e di energia primaria;
  • migliore accessibilità per i turisti con disabilità motorie e sensoriali;
  • acquisto di arredi ed attrezzature per l’attività imprenditoriale.

L’agevolazione è pari ad un contributo del 50% sulle spese, fino ad un importo massimo di 7.500 €. La misura prevede una spesa minima pari ad almeno 1.500 €. Sarà possibile presentare domanda da venerdì 17 gennaio 2020 a mercoledì 22 gennaio 2020.

 

 

Per essere sempre aggiornato sui contributi pubblici per le imprese, iscriviti alla nostra newsletter oppure unisciti al nostro canale Telegram!

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli Recenti

Categorie

Contattaci per maggiori informazioni