Legge di Bilancio 2020 – Rifinanziamento Nuova Sabatini

Home - Industria 4.0 - Legge di Bilancio 2020 – Rifinanziamento Nuova Sabatini
nuova sabatini

Legge di Bilancio 2020 – Rifinanziamento Nuova Sabatini

La misura Nuova Sabatini (anche detta “Beni Strumentali”) incentiva le imprese che richiedono finanziamenti bancari per l’acquisto di nuovi beni strumentali, macchinari, impianti, attrezzature di fabbrica a uso produttivo e tecnologie digitali (hardware e software).

Rifinanziamento Nuova Sabatini previsto dalla Legge di Bilancio 2020

Il MISE ha previsto un rifinanziamento di 105 milioni per l’anno 2020, 97 milioni per ciascun anno dal 2021 al 2024 ed altri 47 milioni di euro per il 2025, per un totale di 540 milioni di euro.

Il 30% delle risorse stanziate (31,5 milioni) è riservato agli investimenti 4.0 delle imprese di Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia. Un’altra riserva pari al 25% delle risorse (26 milioni) sarà invece destinata a sostenere le imprese nell’acquisto di macchinari nuovi (anche tramite leasing) a basso impatto ambientale, nell’ambito di programmi finalizzati a migliorare l’eco-sostenibilità dei prodotti e dei processi produttivi.

Tipologie di attività ammesse alla Nuova Sabatini

Gli investimenti ammessi sono quelli avviati successivamente alla data di presentazione della domanda, relativi a:

  • creazione di un nuovo stabilimento;
  • ampliamento di uno stabilimento esistente;
  • diversificazione della produzione di uno stabilimento mediante prodotti nuovi aggiuntivi;
  • trasformazione radicale del processo produttivo complessivo di uno stabilimento esistente;
  • acquisizione di attivi di uno stabilimento.

Agevolazione “Nuova Sabatini – Beni Strumentali

La misura mette a disposizione un contributo in conto impianti pari all’ammontare complessivo degli interessi calcolati, in via convenzionale, su un finanziamento della durata di 5 anni. Il valore massimo complessivo è di 4 milioni di euro.

Il tasso di interesse annuo è diversificato in base alla tipologia di intervento:

  • investimenti ordinari – tasso è pari al 2,75%
  • investimenti in tecnologie digitali e sistemi di tracciamento e pesatura rifiuti – tasso d’interesse annuo pari al 3,75%
  • acquisto di macchinari, impianti e attrezzature nuove di fabbrica ad uso produttivo, a basso impatto ambientale, nell’ambito di programmi finalizzati a migliorare l’ecosostenibilità dei prodotti e processi produttivi – tasso di interesse annuo pari al 3,75%
  • investimenti in tecnologie impresa 4.0 delle micro e piccole imprese nelle regioni Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia – tasso pari al 5,5%

L’investimento minimo deve essere pari ad almeno 20.000 €. Per finanziamenti di importo inferiore ai 100.000 €, il contributo viene erogato in un’unica soluzione, in modo da migliorare le tempistiche di erogazione e snellire le procedure amministrative.

Leggi anche la news sulle altre novità previste dalla Legge di Bilancio 2020.

 

 

Per essere sempre aggiornato sugli incentivi per le imprese, iscriviti alla nostra newsletter oppure unisciti al nostro canale Telegram!

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli Recenti

Categorie

Contattaci per maggiori informazioni