Nuovi contributi per le imprese artigiane della Regione Marche

Home - Marche - Nuovi contributi per le imprese artigiane della Regione Marche
marche imprese artigiane
in

Nuovi contributi per le imprese artigiane della Regione Marche

La Regione Marche finanzia interventi a sostegno dell’artigianato con 3 differenti bandi, per favorire la crescita e lo sviluppo della produzione regionale, la valorizzazione e la tutela delle attività di artigianato artistico tradizionale.

Contributi per la nascita di nuove imprese artigiane

Il fondo sostiene le imprese artigiane, in forma singola o associata e con sede operativa nella Regione Marche, che investiranno in beni materiale ed immateriali connessi all’avvio dell’attività. Le spese ammesse sono relative agli investimenti per:

  • macchinari e relativi impianti, hardware, attrezzature ed arredi nuovi di fabbrica e per strutture non in muratura e rimovibili necessari all’attività;
  • opere edili/murarie e impiantistica;
  • progettazione, direzione lavori connesse alle opere edili/murarie;
  • costi notarili e relativi alla costituzione d’impresa (escluse tasse, imposte, diritti e bolli);
  • mezzi di trasporto ad uso interno o esterno, ad esclusivo uso aziendale, con l’esclusione delle autovetture;
  • consulenze specialistiche (max 3.000 €);
  • programmi informatici e per la realizzazione del sito d’impresa;
  • registrazione e sviluppo di marchi e brevetti e relative spese per consulenze (max 1.000 €);
  • brochure, depliants, cataloghi, gadget, messaggi pubblicitari su radio, TV;
  • cartellonistica, social network, banner su siti di terzi, Google AdWords (costi di pubblicazione inclusi);
  • servizi di mentoring aventi lo scopo di supportare l’imprenditore nella gestione nei primi 3 anni di attività (max 1.000 €).

Il costo orario di ciascuna consulenza sarà riconosciuto nella misura massima di 120 €. Le spese ammesse devono partire da un importo minimo di 10.000 € ed effettuate dal 1° luglio 2017 ed entro 10 mesi dalla notifica del contributo.

Il contributo a fondo perduto è pari al 50% dei costi ammissibili, riconosciuto fino ad valore massimo di 25.000 €.

Contributi per la digitalizzazione delle imprese artigiane

L’agevolazione sostiene investimenti per la digitalizzazione dei processi aziendali e l’ammodernamento tecnologico, effettuati dalle imprese artigiane, singole o associate, presenti sul territorio marchigiano.

I progetti di investimento riguarderanno l’acquisto di software, hardware o servizi di consulenza specialistica che consentano:

  • il miglioramento dell’efficienza aziendale
  • lo sviluppo di soluzioni di e-commerce
  • la connettività a banda larga e ultra-larga
  • il collegamento Internet con tecnologia satellitare, con acquisto di decoder e parabole nelle aree in condizioni geomorfologiche, che non consentono l’accesso a reti terrestri o laddove gli interventi infrastrutturali risultino scarsamente sostenibili economicamente o non realizzabili

Le spese devono essere sostenute a partire dal 1° gennaio 2018 ed entro 10 mesi dalla notifica del contributo. Il contributo a fondo perduto è pari al 50%, fino ad un importo massimo pari a 15.000 €.

Contributi per lo sviluppo delle produzioni artistiche, tradizionali e tipiche

Il bando sostiene interventi da parte di imprese artigiane, singole o associate, con sede nella Regione Marche, operanti nelle seguenti settori di attività:

  • Decorazioni
  • Abbigliamento su misura
  • Cuoio e tappezzeria
  • Legno
  • Tessitura e ricamo
  • altri settori relative alle lavorazioni artistiche e tradizionali

Il bando prevede 4 tipologie di attività ammesse:

  • Attività 1 –  Ammodernamento, ristrutturazione e mantenimento dei laboratori in proprietà o locazione;
  • Attività 2 – Acquisto di macchinari, brevetti e recupero di macchinari e attrezzature non reperibili sul mercato;
  • Attività 3 – Commercializzazione di prodotti (relativo a spese per la partecipazione a fiere/mercati esteri; spese per materiale pubblicitario aziendale; spese per la realizzazione di siti internet; spese per progetti correlati al commercio elettronico; spese per la pubblicizzazione su testate giornalistiche, radio e TV);
  • Attività 4 – Modalità integrata (solo per imprese individuali con le caratteristiche previste dal bando).

Tutti i progetti devono essere conclusi entro 10 mesi dalla notifica del contributo.

Il contributo a fondo perduto è pari al 50% dei costi fino ad un importo massimo di 25.000 € per le attività 1 e 2; 15.000 € per imprese e 20.000 € per consorzi, per quanto riguarda l’attività 3; 10.000 € per l’attività 4.

Scadenza dei bandi della Regione Marche

Per tutte e tre le tipologie di bando, sarà possibile presentare domanda fino 15 Luglio 2019. La procedura di selezione dei progetti sarà di tipo “valutativa a graduatoria“.

 

Per rimanere sempre aggiornato sulle opportunità disponibili in ambito di finanza agevolata iscriviti alla nostra newsletter.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli Recenti

Categorie

Contattaci per maggiori informazioni