CCIAA Milano, Monza Brianza, Lodi – Bando Qualità dell’Aria

Home - Lombardia - CCIAA Milano, Monza Brianza, Lodi – Bando Qualità dell’Aria
eco sostenibilità

CCIAA Milano, Monza Brianza, Lodi – Bando Qualità dell’Aria

La Camera di Commercio Milano, Monza-Brianza, Lodi ha stanziato 400.000 € per il “Bando Qualità dell’Aria“, misura che incentiva l’adozione e lo sviluppo di soluzioni innovative per il miglioramento della qualità dell’aria.

La dotazione finanziaria complessiva viene ripartita in 2 Misure, in base alle tipologie di investimenti ammessi:

  • Misura 1 – finalizzata all’adozione di soluzioni in grado di controllare, ridurre o assorbire le emissioni inquinanti nell’aria. Il finanziamento è pari a 200.000 € (di cui 100.000 dedicati alle micro imprese).
  • Misura 2 – finalizzata allo sviluppo sul mercato di soluzioni per il controllo, la riduzione o l’assorbimento degli inquinanti emessi o presenti nell’aria. La dotazione è pari a 200.000 €.

Beneficiari del bando della Camera di Commercio Milano, Monza-Brianza e Lodi

L’agevolazione è dedicata alle micro, piccole e medie imprese con sede legale o operativa nel territorio della CCIAA Milano Monza Brianza Lodi ed appartenenti a tutti i settori economici.

Tipologia di attività ammesse al Bando Qualità dell’Aria

Misura 1 – Soluzioni in grado di controllare, ridurre o assorbire le emissioni inquinanti nell’aria, basate anche sull’utilizzo di tecnologie digitali

La misura include interventi per l’adozione di prodotti, modelli di business e servizi innovativi finalizzati al controllo, alla riduzione o all’assorbimento delle emissioni inquinanti oltre i limiti di legge, all’interno e all’esterno della sede dell’impresa, nei seguenti ambiti di applicazione:

  • Mobilità – adozione di interventi di mobilità sostenibile, soluzioni avanzate per il mobility management, gestione degli spostamenti dei dipendenti;
  • Energia ed Edifici – riduzione o assorbimento delle emissioni inquinanti;
  • Agricoltura – riduzione o assorbimento delle emissioni inquinanti da attività agricole e di allevamento.

Misura 2 – Sviluppo e offerta sul mercato di soluzioni per il controllo, la riduzione o l’assorbimento degli inquinanti emessi o presenti nell’aria, anche attraverso tecnologie digitali

La misura riguarda gli interventi per lo sviluppo sperimentale, dimostrazione o prima produzione di innovazioni finalizzate alla diminuzione dell’inquinamento atmosferico attraverso il controllo, la riduzione o il trattamento delle emissioni inquinanti, nei seguenti ambiti di applicazione:

  • Mobilità – soluzioni in grado di ridurre le emissioni prodotte dallo spostamento di merci e persone, soddisfando allo stesso tempo le esigenze di mobilità;
  • Energia ed Edifici – soluzioni in grado di ridurre o assorbire le emissioni inquinanti degli edifici (in particolare CO2);
  • Agricoltura – soluzioni per diminuire l’impatto delle attività agricole sulla qualità dell’aria;
  • Dati – soluzioni per aumentare la quantità e la qualità dei dati disponibili sulla qualità dell’aria, migliorando la consapevolezza e i comportamenti di imprese, cittadini ed istituzioni.

Le spese ammissibili sono relative a:

  • beni e servizi strumentali alla realizzazione del progetto quali attrezzature tecnologiche e programmi informatici
  • servizi di ricerca e sviluppo, servizi analitici, spese per l’accesso a laboratori di enti di ricerca
  • servizi e tecnologie per l’ingegnerizzazione di software/hardware e prodotti relativi al progetto
  • spese per la tutela della proprietà industriale
  • servizi di formazione necessari all’adozione dei progetti
  • spese del personale dell’azienda solo se espressamente dedicato al progetto
  • servizi di consulenza necessari all’adozione o allo sviluppo delle soluzioni

Sono considerati ammessi gli investimenti sostenuti a partire dal 27 maggio 2019 fino al 1° giugno 2020. La spesa minima deve essere pari ad almeno 12.000 € per la Misura 1 e pari a 20.000 € per la Misura 2.

Agevolazione per il miglioramento della qualità dell’aria 

Il bando camerale per il miglioramento della qualità dell’aria prevede un contributo a fondo perduto pari al 60% dei costi, fino ad un massimo di 20.000 € per la Misura 1 e 50.000 € e per la Misura 2.

Scadenza del Bando Qualità dell’Aria

Lo sportello per la presentazione della domanda rimarrà aperto fino al 12 settembre 2019. La selezione avverrà tramite procedura di valutazione tecnico-amministrativa.

L’agevolazione prevede il divieto di cumulo con altre agevolazioni sulle stesse spese.

 

Per rimanere sempre aggiornato sulle agevolazioni della Camera di Commercio, iscriviti alla nostra newsletter.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli Recenti

Categorie

Contattaci per maggiori informazioni