CCIAA Milano, Monza Brianza e Lodi: incentivi per l’export digitale

Home - Lombardia - CCIAA Milano, Monza Brianza e Lodi: incentivi per l’export digitale
internazionalizzazione

CCIAA Milano, Monza Brianza e Lodi: incentivi per l’export digitale

Il “Bando per contributi alle MPMI per lo sviluppo dell’export digitale 2019” sostiene i processi di accesso e consolidamento delle imprese sulle piattaforme digitali internazionali (B2b, B2C e smart payment). La misura è finanziata dalla Camera di Commercio di Milano, Monza-Brianza e Lodi e rientra nel progetto “Punto Impresa Digitale” (PID).

Chi può accedere al contributo per lo sviluppo dell’export digitale

La dotazione finanziaria complessiva di 130.000 € è riservata a micro, piccole e medie imprese attive e con sede legale e/o operativa iscritta al Registro Imprese della Camera di Commercio di Milano, Monza-Brianza e Lodi.

Attività ammesse all’agevolazione

L’incentivo sostiene lo sviluppo di attività di internazionalizzazione, realizzate con strumenti e servizi di export digitale, e finalizzate all’apertura o al consolidamento di canali di vendita online sui mercati esteri. Sono considerate obbligatorie le seguenti attività:

  1. primo orientamento sull’utilizzo degli strumenti digitali (eventuale partecipazione a seminari);
  2. export check up per l’individuazione dei mercati esteri;
  3. digital assessment per l’analisi delle potenzialità e delle capacità dell’impresa di posizionarsi sui principali marketplace internazionali;
  4. accesso o consolidamento della presenza su piattaforme internazionali online per la promozione all’estero in modalità B2B/B2C su portali di e-commerce, di retailer, di marketplace e di smart payment.

Sono ammesse le seguenti tipologie di spese: canoni di inserimento su piattaforme online internazionali; azioni di promozione sui mercati target con l’utilizzo di strumenti di digital e social media marketing; predisposizione di portfolio prodotti, shooting fotografico, web design, content strategy; azioni di potenziamento della SEO, al fine di concretizzare la visibilità dei brand aziendali nei mercati target; realizzazione di campagne di promozione digitale, di couponing, di attività di inbound marketing per l’export e presenza sui canali social.

Agevolazione prevista dal “Bando per lo sviluppo dell’export digitale”

Il bando prevede un contributo a fondo perduto pari al 60% dei costi ammissibili, su una spesa minima di 5.000 € e fino ad un contributo massimo di 6.000 €.

Quando presentare domanda

Lo sportello per la presentazione della domanda sarà aperto dal 21 maggio al 14 novembre 2019, salvo chiusura anticipata per esaurimento fondi.

 

 

Per rimanere sempre aggiornato sulle opportunità disponibili in ambito di finanza agevolata iscriviti alla nostra newsletter.

 

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli Recenti

Categorie

Contattaci per maggiori informazioni