Friuli Venezia-Giulia: incentivi alle imprese per attività di industrializzazione

Home - Friuli Venezia Giulia - Friuli Venezia-Giulia: incentivi alle imprese per attività di industrializzazione
innovazione ricerca sviluppo sisma incentivi

Friuli Venezia-Giulia: incentivi alle imprese per attività di industrializzazione

La Regione Friuli Venezia-Giulia mette a disposizione una dotazione di 3 milioni di euro, dei Fondi POR FESR 2014-2020, per il Bando 2020 “Incentivi alle imprese per attività di industrializzazione dei risultati della ricerca industriale, sviluppo sperimentale e innovazione” specifico sulle aree di specializzazione agroalimentare, filiere produttive strategiche, tecnologie marittime e smart health.

Beneficiari del Bando del Friuli Venezia-Giulia

La misura a sostegno delle attività di industrializzazione finanzia micro, piccole, medie e grandi imprese, con sede legale o unità operativa in Friuli Venezia Giulia e con Codice Ateco ammesso relativo ai settori agroalimentare, manifatturiero, commercio all’ingrosso e al dettaglio, trasporto, ristorazione, ICT e servizi.

Il requisito necessario delle imprese beneficiarie ammesse è che abbiano in corso o concluso progetti di ricerca, sviluppo sperimentale e innovazione finanziati nell’ambito delle misure incentivanti, indicate nell’Allegato 1 del Bando.

Tipologie di attività ammesse al bando per l’industrializzazione delle imprese del Friuli Venezia-Giulia

Il Bando sostiene progetti di industrializzazione dei risultati della ricerca, dello sviluppo sperimentale e dell’innovazione, finalizzati all’ingresso sul mercato e alla commercializzazione dei nuovi prodotti. I progetti devono essere coerenti con le seguenti aree della Strategia per la Specializzazione Intelligente Regionale (S3): Agroalimentare, Filiere produttive strategiche, Tecnologie marittime, Smart Health.

Tra le spese ammesse troviamo:

  • impianti specifici strumentali all’attività di impresa, comprese le spese di progettazione;
  • macchinari e attrezzature, comprensive delle eventuali attività di progettazione;
  • mezzi mobili strettamente necessari al ciclo produttivo, identificabili singolarmente ed a servizio esclusivo dell’impianto oggetto delle agevolazioni (esclusi dalle i mezzi di trasporto di merci e persone targati);
  • hardware e software;
  • brevetti, know-how o altre forme di proprietà intellettuale, diritti di licenza di sfruttamento o di conoscenze tecniche anche non brevettate
    strettamente attinenti al programma di industrializzazione;
  • opere edili e di impiantistica generale destinate alla realizzazione dell’attività di industrializzazione, a condizione che l’immobile oggetto dell’intervento sia di proprietà dell’impresa o che la stessa disponga un
    titolo di possesso o di detenzione di durata almeno pari a quella del vincolo di destinazione, o di assenso scritto del proprietario;
  • progettazione e direzione lavori, spese di collaudo ed altre spese tecniche.

Invece, sono esclusi dai costi ammissibili, i beni usati e il leasing. Le spese devono essere sostenute dopo la presentazione della domanda ed entro 18 mesi da tale data.

L’investimento massimo ammesso all’agevolazione è pari a 500.000 € per i progetti finanziati in Regime di Esenzione (Regolamento UE n. 651/2014), 200.000 € per i progetti finanziati in Regime De Minimis (Regolamento UE n. 1407/2013).

Agevolazione prevista dal Bando per l’industrializzazione 2020

L’incentivo consiste in un contributo a fondo perduto, di differente intensità in base al regolamento di agevolazione:

  • In Regime di Esenzione (Regolamento UE n. 651/2014): le medie imprese avranno un contributo pari al 10% dei costi, mentre le piccole imprese del 20% dell’investimento ammesso.
  • In Regime De Minimis (Regolamento UE n.1407/2013): il contributo è pari al 35% dei costi, sia per PMI che per le grandi imprese.

Scadenza del Bando per le imprese del Friuli Venezia-Giulia 

Sarà possibile presentare domanda per il bando “Incentivi alle imprese per attività di industrializzazione dei risultati della ricerca industriale, sviluppo sperimentale e innovazione” fino al 20 giugno 2020.

 

 

Per essere sempre aggiornato sugli incentivi dedicati alle imprese, iscriviti alla nostra newsletter oppure unisciti al nostro canale Telegram!

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli Recenti

Categorie

Contattaci per maggiori informazioni