Incentivi per valorizzazione le produzioni artigianali artistiche e tradizionali dell’Emilia Romagna

Home - Emilia-Romagna - Incentivi per valorizzazione le produzioni artigianali artistiche e tradizionali dell’Emilia Romagna
produzioni artigianali

Incentivi per valorizzazione le produzioni artigianali artistiche e tradizionali dell’Emilia Romagna

La nuova misura della Regione Emilia Romagna, “Bando per il supporto e la valorizzazione delle produzioni artigianali artistiche e tradizionali e delle iniziative volte a veicolare e promuovere l’identità e la tipicità del territorio regionale“, è finalizzata alla promozione delle attività artigianali e commerciali operanti nei settori delle lavorazioni artistiche e tradizionali, agevolando in modo particolare le botteghe storiche, tali da costituire testimonianza della cultura, dell’arte e della tradizione manifatturiera e imprenditoriale del territorio regionale.

Beneficiari del bando a sostegno delle produzioni artigianali e artistiche

Il Bando è dedicato alle imprese regolarmente costituite e iscritte agli Albi Artigiani dell’Emilia-Romagna, con la qualifica di imprese che svolgono mestieri artistici, tradizionali, e dell’abbigliamento su misura ai sensi dell’Art. 7 comma 3 lettera c) della Legge Regionale n. 1 del 9 febbraio 2010, ed individuate dal Decreto del Presidente della Repubblica n. 288 del 25 maggio 2001 “Regolamento concernente l’individuazione dei settori delle lavorazioni artistiche e tradizionali, nonché dell’abbigliamento su misura“. Possono presentare domanda anche le imprese che abbiano fatto richiesta di suddetta qualifica alla Regione, entro il 30/09/2019.

La misura si rivolge anche alle imprese dell’Emilia Romagna che, alla data di presentazione della domanda, abbiano ottenuto l’iscrizione negli elenchi comunali di cui alla L.R. n.5/2008 “Promozione e valorizzazione delle botteghe storiche”, denominate appunto “botteghe storiche”.

Tipologie di interventi ammessi al nuovo bando dell’Emilia Romagna

Il bando dedicato alle imprese artigiane e botteghe storiche finanzia la realizzazione di interventi per l’innovazione di prodotto, la valorizzazione di prodotti tradizionali e dei sistemi di vendita, investimenti in nuove tecnologie informatiche e di comunicazione, la diffusione di metodi di promozione, acquisto e vendita online e lo sviluppo di nuove funzioni avanzate di rapporto con la clientela.

Gli investimenti ammessi all’agevolazione, devono essere sostenuti dal 1° gennaio 2020 al 31 dicembre 2020. Nello specifico, le spese sono relative a:

  • acquisto e riparazione di macchinari e attrezzature, arredi da destinarsi alla “bottega” o ai laboratori (anche funzionali al ripristino di processi produttivi tradizionali e/o alla produzione di prodotti tipici dell’artigianato locale)
  • acquisto di beni immateriali: es. realizzazione di siti internet, progetti riferiti al commercio elettronico, programmi informatici e servizi per le tecnologie di informazione e della telecomunicazione, realizzazione di show rooms virtuali, marchi e brevetti, banche dati, know-how e licenze d’uso relative alle nuove tecnologie di processo o di prodotto
  • realizzazione di opere murarie e accessorie relative alla ristrutturazione, ampliamento ed ammodernamento della sede operativa
  • la promozione aziendale: es. progettazione e la diffusione di depliant, locandine, cartellonistica, manifesti, cataloghi strettamente connesse al progetto; partecipazione a fiere/mercati o allestimento di mostre (inclusi solo i costi per acquisto degli spazi e allestimento degli stand, escluse le spese di viaggio, vitto, alloggio ed hostess)
  • acquisizione di servizi e consulenze specializzate

L’investimento di spesa minimo deve essere pari ad almeno 10.000 €.

Agevolazione dedicate alle imprese artigianali e botteghe storiche dell’Emilia Romagna

La misura prevede un contributo a fondo perduto pari al 40% delle spese, fino ad un importo massimo finanziabile pari a 25.000 €.

Il contributo è pari al 45% dei costi, solo nei seguenti casi:

  • incremento occupazionale
  • rilevanza femminile/giovanile
  • possesso di rating di legalità
  • settore appartenente alla Strategia di Specializzazione Intelligente della Regione Emilia-Romagna
  • localizzazione in aree montane

Tempistiche per la presentazione della domanda

Lo sportello per la presentazione delle domande aprirà alle ore 10.00 del 15 settembre e rimarrà aperto fino alle ore 13.00 del 29 novembre 2019. La chiusura può essere anticipata nel caso si raggiunga il numero massimo di 150 domande.

 

 

Per rimanere sempre aggiornato sulle agevolazioni a livello regionale e locale,  iscriviti alla nostra newsletter.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli Recenti

Categorie

Contattaci per maggiori informazioni