Emilia Romagna: incentivi per servizi innovativi per le PMI

Home - Emilia-Romagna - Emilia Romagna: incentivi per servizi innovativi per le PMI
innovazione ict

Emilia Romagna: incentivi per servizi innovativi per le PMI

La misura “Progetti di innovazione e diversificazione di prodotto o servizio per le PMI – 2019” rientra nel Programma Operativo Regionale FESR 2014-2020 e si rivolge alle imprese impegnate in percorsi di innovazione tecnologica e diversificazione dei propri prodotti e/o servizi, con l’obiettivo di accrescere la quota di mercato o accedere a nuovi mercati.

I progetti dovranno contribuire all’attuazione della “Strategia Regionale di Specializzazione Intelligente (Smart Specialization Strategy – S3).

Beneficiari del bando per servizi innovativi delle PMI

La misura per progetti di innovazione e diversificazione di prodotto, finanzia micro, piccole e medie imprese con sede locale produttiva in Emilia-Romagna e con Codice Ateco appartenente a quelli indicati nella Strategia Regionale di Specializzazione Intelligente per le priorità A (Agroalimentare, Edilizia e Costruzioni, Meccatronica e Motoristica), B (Industrie della Salute e del Benessere, Industrie Culturali e Creative) e D (Innovazione nei Servizi).

Sono escluse dall’agevolazione le società semplici e le società che utilizzano contabilità semplificata.

Tipologie di investimenti ammessi ai progetti di innovazione

Il bando sostiene le imprese che necessitano di acquisire servizi innovativi e competenze per completare i processi di innovazione tecnologica e per la loro introduzione sul mercato, anche dal punto di vista manageriale.

Le spese considerate ammesse ai progetti di innovazione sono relative all’acquisizione dei servizi immateriali previsti dagli ambiti produttivi della Strategia Regionale di Specializzazione Intelligente, ovvero:

  • ampliamento della gamma dei prodotti e/o servizi
  • ridefinizione tecnologica e funzionale in senso innovativo
  • introduzione di contenuti e processi digitali e di innovazione di servizio in grado di migliorare il rapporto con clienti e stakeholders
  • riadattamento di prodotti e di servizi verso le esigenze di sostenibilità ambientale, inclusione e qualità di vita, cultura e società dell’informazione

I contratti di fornitura dovranno essere stipulati per almeno il 40% del valore del progetto con soggetti che appartengano alle tre tipologie elencate qui di seguito:

  • Laboratori di ricerca e centri per l’innovazione accreditati appartenenti alla Rete Regionale dell’Alta Tecnologia;
  • Università e altre istituzioni di rango universitario, enti pubblici di ricerca, organismi di ricerca;
  • Start-up innovative e PMI innovative (registrate negli appositi elenchi speciali del Registro Imprese alla data di pubblicazione del presente bando).

I contratti con i fornitori dei servizi non devono essere stati firmati prima della data di comunicazione di approvazione del progetto.

Le spese ammesse al bando devono essere sostenute dal 1° aprile 2020 al 30 novembre 2020 (con possibilità di proroga fino al 31 dicembre 2020) e avere un importo minimo di 20.000 €.

Agevolazioni per le imprese dell’Emilia Romagna

L’agevolazione prevede un contributo alla spesa pari al 50% delle spese ammissibili, fino ad un investimento massimo di 80.000 €.

Scadenza del Bando per servizi innovativi 

Lo sportello per la presentazione della domanda sarà aperto dal 18 novembre al 18 dicembre 2019. Modalità di selezione con procedura valutativa a graduatoria.

 

 

Per rimanere sempre aggiornato sulle opportunità disponibili in ambito di finanza agevolata iscriviti alla nostra newsletter.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli Recenti

Categorie

Contattaci per maggiori informazioni