Calzature Made in Italy, il ruolo di Assocalzaturifici

Home - Aziende - Calzature Made in Italy, il ruolo di Assocalzaturifici
incentivi calzaturifici

Calzature Made in Italy, il ruolo di Assocalzaturifici

La calzatura italiana è storicamente parte dell’anima del nostro Paese (non a caso, infatti, la nostra bella penisola è a forma di stivale…). In questo articolo parleremo del ruolo che Assocalzaturifici svolge nei confronti delle aziende calzaturiere italiane per sostenere e supportare il Made in Italy.

 

Assocalzaturifici

È l’Associazione Nazionale dei Calzaturifici Italiani (ANCI). Fondata nel 1945, fa parte della Confederazione Europea della Calzatura ed è associata effettiva di Confindustria. Rappresenta gli interessi del settore calzaturiero italiano nei confronti del mondo istituzionale e imprenditoriale, italiano ed europeo.

Raggruppa attualmente 600 imprese calzaturiere su tutto il territorio nazionale e rappresenta un settore con un fatturato annuo complessivo di 14 miliardi di €, che occupa oltre 77.000 addetti ed esporta l’85% della produzione.

Assocalzaturifici organizza le più importanti fiere al mondo dedicate all’industria delle calzature: MICAM a Milano, Obuv’ Mir Kožhi a Mosca, Moda Made in Italy a Monaco di Baviera e collabora attivamente con ICE, Agenzia per la promozione e l’internazionalizzazione delle imprese italiane.

Dal marzo 2017 aderisce a Confindustria Moda, la federazione che riunisce le imprese e le associazioni del settore tessile moda e dell’accessorio in quanto ambasciatrici delle eccellenze manifattura italiana.

 

L’importanza dei distretti calzaturieri italiani

“Il Made in Italy è un marchio distintivo che attesta la qualità e l’affidabilità di una calzatura a livello internazionale”

 

“L’Italia delle calzature è una realtà produttiva importante che conta 7 distretti manifatturieri: Veneto, Lombardia, Toscana, Emilia Romagna, Marche, Campania e Puglia, che producono ogni anno il meglio degli accessori più importanti e amati dalle donne (e non solo). Nei distretti calzaturieri italiani vengono create le scarpe più belle, grazie alla passione e alla professionalità di abili artigiani e designer. E il Made in Italy è un marchio distintivo che attesta la qualità e l’affidabilità di una calzatura a livello internazionale.” Matteo Scarparo, Responsabile Area Global Trade Assocalzaturifici, fotografa così i punti di forza del settore.

 

Le iniziative a supporto degli investimenti per le imprese 

“La collaborazione con il gruppo Del Barba è espressione della mission della nostra organizzazione”

 

Come valutate le misure destinate a favorire la crescita delle aziende del settore?

Matteo Scarparo: “In Italia esistono misure a supporto degli investimenti che spesso non sono di semplicissima interpretazione. Per questo ANCI Servizi si pone al servizio delle imprese calzaturiere per aiutarle a finanziare il proprio consolidamento e le progettualità dei propri imprenditori. E per questa ragione la collaborazione con il gruppo Del Barba è espressione della mission della nostra organizzazione.”

“Una delle principali attività che qualifica l’azione di un’associazione di industriali come Assocalzaturifici in Italia è quella di concorrere a costruire un ambiente, sul piano politico e culturale, in grado di liberare quante più risorse economiche, pubbliche e private, destinate agli investimenti delle e nelle imprese. Per fare questo è indispensabile agire in due direzioni: nei confronti dei massimi livelli della rappresentanza istituzionale, ponendosi quali interlocutori affidabili, coerenti e qualificati a livello nazionale ed europeo per il varo di una politica industriale degna, e nei confronti della base imprenditoriale, cercando di avvicinare le aziende, soprattutto le piccole e medie che rappresentano oltre l’80% del tessuto rappresentato da Assocalzaturifici, agli strumenti per intercettare i mezzi finanziari per la crescita.

“Qual è il grado di conoscenza delle imprese del settore in tema di contributi e in che misura l’innovazione tecnologica può risultare decisiva? 

“La gran parte delle piccole aziende calzaturiere, magari a grandi linee, sa che esistono contributi pubblici, di matrice regionale o nazionale, a cui possono attingere per supportare il proprio sviluppo. Generalmente i voucher per l’internazionalizzazione, varati da diverse regioni in cui sono presenti importanti distretti industriali, sono uno strumento utilizzato con continuità. Il credito d’imposta per la ricerca e lo sviluppo è un altro elemento da non sottovalutare per le imprese calzaturiere a forte vocazione creativa, anche se il tema dell’incrementalità degli investimenti è un limite per molte aziende, soprattutto perché i mercati vivono un momento di forte incertezza e non sempre è possibile aumentare le risorse investite nella fase di sviluppo delle collezioni. Certamente anche la Nuova Sabatini  – e tutto il Piano Industria 4.0 – ha rappresentato uno stimolo per l’innovazione della base manifatturiera, così come l’iper-ammortamento  è una misura molto utile nell’acquisto di macchinari.”

Matteo Scarparo ricorda però che “l’industria calzaturiera è ancora, almeno quella che punta al segmento alto del mercato e alla qualità, ad alta intensità di manodopera e orientata all’innovazione creativa non necessariamente tecnologica. Su questo fronte, come su quello della pianificazione dei processi interni e della formazione e managerializzazione del capitale umano, credo si baseranno le sfide future. ANCI Servizi e i suoi partner tecnici sono pronti a raccogliere questa sfida fondamentale per aiutare le imprese a trovare le risorse finanziarie per sostenere la crescita del settore.”

 

MICAM OGGI

“Il Micam è un’occasione unica per lanciare i loro nuovi prodotti, stabilire o consolidare relazioni d’affari”

 

MICAM, il salone internazionale leader del settore calzaturiero promosso da Assocalzaturifici, è un appuntamento unico nel suo genere, punto di riferimento per gli operatori del settore calzaturiero provenienti da tutto il mondo. Ad ogni edizione oltre 1300 espositori (di cui più di 600 internazionali) si danno appuntamento di fronte ad oltre 2000 collezioni di calzature.

La manifestazione si svolge Milano due volte all’anno, a febbraio e a settembre, presentando le collezioni Autunno/Inverno e Primavera/Estate dell’anno successivo.

“Chi partecipa a MICAM ha la consapevolezza del prestigio che la manifestazione ricopre a livello globale: le aziende, che qui incontrano buyer di tutto il mondo, ritengono questa un’occasione unica per lanciare i loro nuovi prodotti, stabilire o consolidare relazioni d’affari, finalizzare al meglio le strategie commerciali internazionali.” racconta con orgoglio Matteo.

La prossima edizione del MICAM si terrà dal 10 al 13 febbraio 2019.

Uno scatto dell’edizione dello scorso settembre

Per saperne di più su Assocalzaturifici e sul Micam

WEB

www.assocalzaturifici.it

www.themicam.com

SOCIAL

Instagram

Facebook

 

 

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli Recenti

Categorie

Contattaci per maggiori informazioni