Dotazione di 265 milioni per incentivare gli investimenti delle imprese nel Sud Italia

Home - Approfondimenti - Dotazione di 265 milioni per incentivare gli investimenti delle imprese nel Sud Italia
investimenti processi produttivi

Dotazione di 265 milioni per incentivare gli investimenti delle imprese nel Sud Italia

Stefano Patuanelli, Ministro dello Sviluppo Economico, ha firmato il decreto che disciplina termini, modalità di concessione ed erogazione delle agevolazioni per investimenti innovativi delle imprese delle regioni Basilicata, Calabria, Campania, Puglia e Sicilia.

Le risorse finanziarie messe a disposizione di PMI e reti d’impresa, sono complessivamente pari a 265 milioni di euro, di cui il 25% è riservato esclusivamente a micro e piccole imprese.

Gli incentivi sono finalizzati a rafforzare la competitività dei sistemi produttivi e lo sviluppo tecnologico nei territori del Sud Italia.

Beneficiari degli incentivi previsti per il Sud Italia

Possono beneficiare delle agevolazioni le micro, piccole, medie imprese e le reti d’impresa che, alla data di presentazione della domanda, siano regolarmente costituite e iscritte nel registro delle imprese. Le imprese beneficiarie non devono aver effettuato, nei 2 anni precedenti, una delocalizzazione verso l’unità produttiva oggetto dell’investimento, e devono impegnarsi a non farlo fino ai 2 anni successivi al completamento dell’investimento.

Anche i liberi professionisti possono accedere all’agevolazione per le imprese del Sud Italia.

Tipologie di investimento ammesso

L’obiettivo dei progetti deve essere quello di sostenere la trasformazione digitale delle imprese, attraverso l’utilizzo delle tecnologie previste dal Piano Impresa 4.0, e di favorire la loro transizione verso l’economia circolare. I programmi di investimento dovranno avere una durata inferiore ad 1 anno.

Le spese ammesse ai progetti sono relative all’acquisto di impianti, attrezzature e macchinari nuovi di fabbrica, in unità produttive localizzate nelle regioni Basilicata, Calabria, Campania, Puglia e Sicilia. L’importo di spesa massimo non deve superare i 3 milioni di euro.

Con i prossimi provvedimenti del MISE verranno rese note le modalità operative per la presentazione delle domande, valutate e gestite con procedura a sportello da Invitalia.

 

 

Per essere sempre aggiornato sugli incentivi al sud, iscriviti alla nostra newsletter oppure unisciti al nostro canale Telegram!

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli Recenti

Categorie

Contattaci per maggiori informazioni